Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Modelli di giurisdizione amministrativa in Italia e nei paesi dell'Unione Europea

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 da Galvagno, ministro dell'interno nel 1850, volto all'abolizione del contenzioso amministrativo e alla devoluzione delle questioni, sia civili che penali, con l'Amministrazione, ai tribunali ordinari, proposta che non arrivò alla discussione alla Camera. Nella successiva legislatura, il ministro dell'interno Rattazzi manifestò un orientamento favorevole ad un riordinamento del sistema del contenzioso amministrativo, ma non alla sua abolizione. Il progetto prevedeva una restrizione delle materie di competenza degli organi di contenzioso amministrativo a favore del giudice ordinario. Egli presentò due disegni di legge, ma in ogni caso con il conferimento dei pieni poteri, con una legge del 1859, Rattazzi effettuò la sua riforma: approvò quattro decreti reali emanati il 30 ottobre 1859 e con uno di questi si riordinava il contenzioso amministrativo.

Anteprima della Tesi di Antonio Novelli

Anteprima della tesi: Modelli di giurisdizione amministrativa in Italia e nei paesi dell'Unione Europea, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Antonio Novelli Contatta »

Composta da 219 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3569 click dal 08/04/2005.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.