Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Modelli di giurisdizione amministrativa in Italia e nei paesi dell'Unione Europea

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

3 nuovi organi si occupavano solo del contenzioso) dagli altri puramente amministrativi. Con la rivoluzione Francese si affermò il principio della separazione dei poteri che confermò la sottrazione ai tribunali ordinari della conoscenza delle controversie con l'Amministrazione. Importante in questo passaggio fu la legge dell'agosto 1790, in cui si sanciva che le funzioni giudiziarie erano e rimanevano sempre separate da quelle amministrative. I giudici non potevano ingerirsi nelle operazioni dei corpi amministrativi, né citare in giudizio gli amministratori per ragioni inerenti alle loro funzioni. Con la Costituzione del 1799 e con la legge del 1800, la decisione sulle controversie fra cittadini e Amministrazione venne attribuita a due organi collegiali istituiti all'uopo: Il Consiglio di Stato al centro e per determinate materie; i Consigli di Prefettura in periferia, con possibilità di appello al Consiglio di Stato. Entrambi facevano parte della Pubblica Amministrazione ed esercitavano anche funzioni consultive, le decisioni del Consiglio di Stato acquisivano efficacia esecutiva in forza di decreto del Capo dello Stato, nasceva in questo modo il sistema del contenzioso amministrativo.

Anteprima della Tesi di Antonio Novelli

Anteprima della tesi: Modelli di giurisdizione amministrativa in Italia e nei paesi dell'Unione Europea, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Antonio Novelli Contatta »

Composta da 219 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3569 click dal 08/04/2005.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.