Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Progettazione di un meccanismo a due gradi di libertà e architettura ibrida per protesi attiva di spalla

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 Figura 1.2 Schema di funzionamento (Tratto da Troncossi [1]). Figura 1.3 sensore differenziale (Tratto da Troncossi [1]). Questi segnali vengono successivamente amplificati ed elaborati da una unità di controllo come input di tipo on-off o proporzionale, e li utilizza per comandare i motori elettrici che muovono la protesi. Solitamente questi sensori vengono posizionati sui muscoli volontari residui che si trovano più possibile vicino al moncone. Attraverso un’adeguata educazione, viene insegnato al paziente come sfruttare la contrazione di questi muscoli per controllare il movimento della protesi, prendendone così il pieno controllo per utilizzarla secondo le proprie necessità. Mediante l’uso dei sensori mioelettrici sarebbe possibile offrire un certo grado di autosufficienza anche a quei pazienti che presentano una disarticolazione bilaterale. La concomitante assenza di entrambe le braccia, più che in altri casi, mette in notevole difficoltà il paziente, non essendo assolutamente in grado di svolgere quasi nessuna attività da solo, se non con l’uso degli arti residui. L’utilizzo di questi sensori nelle protesi metterebbe in luce la possibilità di gestire in modo assolutamente indipendente gli arti artificiali, e vedrebbe realizzarsi l’inedita occasione di poter controllare le protesi in modo completo ed in piena autonomia.

Anteprima della Tesi di Marco Chiossi

Anteprima della tesi: Progettazione di un meccanismo a due gradi di libertà e architettura ibrida per protesi attiva di spalla, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Marco Chiossi Contatta »

Composta da 90 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2801 click dal 08/04/2005.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.