Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Fondi comuni azionari e obbligazionari: analisi delle performance

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

gestito dalla medesima società. Anche questa peculiarità può essere o meno a pagamento. Le commissioni ricorrenti sono previste da tutti i fondi per remunerare l’operatività del fondo. Sono costi a carico del patrimonio del fondo e indirettamente sostenuti dal sottoscrittore. Includono vari tipi di commissioni. Le commissioni di gestione servono per retribuire il gestore per la sua attività e l’amministrazione del fondo. Le commissioni di incentivo o performance sono un premio che l’investitore corrisponde al gestore nel caso il fondo raggiunga rendimenti superiori a un parametro prestabilito. I costi di intermediazione sono spese che un fondo sostiene per la compravendita dei titoli. Alcuni di questi costi sono già compresi nel valore delle quote pubblicate giornalmente dei fondi comuni, altri non lo sono. 1.1.3 - REGIME DEL RISPARMIO GESTITO In ogni paese esiste una legge istitutiva che regola qualsiasi aspetto relativo alla costituzione di un fondo comune, dalla nascita alla liquidazione finale, che stabilisce le regole da rispettare per la gestione e altri aspetti rilevanti. L’investimento in un fondo comune non implica alcun obbligo fiscale a carico dell’investitore, e infatti nella dichiarazione dei redditi non va indicato il possesso di quote. Ciò non comporta l’esenzione fiscale dei fondi; dal 1° luglio 1998 è entrato in vigore il nuovo regime impositivo che prevede una ritenuta di imposta del 12,5% sul risultato della gestione conseguito dal fondo; tale entità viene calcolata come differenza tra valore iniziale e finale degli investimenti effettuati durante l’anno. La Società di Gestione agisce quindi come sostituto di imposta. Le plusvalenze realizzate o maturate prima di questa data non sono tassate. Se il risultato lordo di gestione risulta negativo, il fondo guadagna un credito d’imposta, e le minusvalenze possono essere portate in detrazione 14

Anteprima della Tesi di Elisa Battistini

Anteprima della tesi: Fondi comuni azionari e obbligazionari: analisi delle performance, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Statistiche

Autore: Elisa Battistini Contatta »

Composta da 163 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2463 click dal 07/04/2005.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.