Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Lo Sviluppo Umano nei Paesi arabi

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 Inoltre verrà preso in considerazione anche l’ ISU 1 , formulato dalle stesse Nazioni Unite come criterio di misurazione dello Sviluppo Umano. Il Secondo Capitolo sarà dedicato ad uno sguardo alla Lega araba, alla sua storia ed ai suoi significati. Verrà studiato il Rapporto locale dell’ Onu del 2003 dedicato allo Sviluppo Umano nei Paesi arabi e vi sarà un’ analisi comparativa, mediante l’ uso di una tabella, tra i dati dei singoli paesi in merito di sviluppo umano. In più verranno presi in esame i casi di due Paesi arabi: il Marocco alle prese con una difficile quanto importante riforma interna nell’ ottica dello sviluppo stesso e l’ Arabia Saudita ed il suo “rapporto” con i diritti umani. Inoltre verrà affrontata in breve la tematica della condizione della donna nei Paesi arabi. Nel Terzo ed ultimo Capitolo si affronterà il delicato tema dell’ Islam, la religione più professata nei Paesi arabi ed ora anche quella più discussa nel mondo. Si parlerà del credo musulmano, dei complessi rapporti tra sviluppo umano, fondamentalismo religioso e terrorismo e del diritto islamico. 1 L’ ISU o HDI (Human Development Indicator) è il criterio base delle Nazioni Unite per la misurazione dello stato dello sviluppo umano, di cui è l’ indicatore per eccellenza.

Anteprima della Tesi di Marcella Ferrara

Anteprima della tesi: Lo Sviluppo Umano nei Paesi arabi, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Sociologia

Autore: Marcella Ferrara Contatta »

Composta da 231 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4548 click dal 11/04/2005.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.