Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'indennità parlamentare

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 membri del Parlamento francobolli speciali, “l’applicazione dei quali sulla sopraccarta non avrebbe dato diritto di esigere dai destinatari se non che la tassa stabilita per le lettere affrancate”. I ministri a loro volta temporeggiavano promettendo studi e riforme che fossero volti piuttosto che a togliere di mezzo l'istituto, ormai consolidata consuetudine, a tentare di riparare agli inconvenienti lamentati. Proprio a tal fine il Gadda, ministro dei Lavori Pubblici, presentò il 7 marzo del 1870 un disegno di legge col quale si proponeva di accordare la franchigia postale, senza alcuna limitazione, alla corrispondenza diretta alle Presidenze del Senato e della Camera, ed a quella dalle medesime spedita. Inoltre si ammetteva in franchigia, limitatamente al tempo in cui erano aperte le Camere legislative ed al luogo dove aveva sede il Parlamento, la corrispondenza diretta ai senatori e deputati, e quella dai medesimi spedita. Tuttavia la successiva chiusura della sessione fece cadere quel disegno di legge; ed al riaprirsi della nuova sessione, dal momento che continuavano ancora le istanze dei deputati per l'abolizione della franchigia postale, il ministro Spaventa ne fece una formale proposta che il Parlamento sanzionò nel 1874, il 14 giugno, per mezzo della legge n. 1983. Da allora della franchigia non rimase che il ricordo. Ebbe più fortuna invece la franchigia ferroviaria: fino al 1860 questa franchigia non fu mai ammessa; tanto che nella tornata del 28 gennaio 1859 si lessero alla Camera due lettere, una del Ministro della Casa del Re, l’altra

Anteprima della Tesi di Umberto Giordano

Anteprima della tesi: L'indennità parlamentare, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Umberto Giordano Contatta »

Composta da 148 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4027 click dal 07/04/2005.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.