Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le lotte per l'emancipazione della donna: dall'età giolittiana al secondo dopoguerra

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 sintesi di posizioni originariamente differenti.Quando invece,ed è quel che accadde in età giolittiana,la mediazione si basa sulla stipulazione di artificiosi quanto acroba- tici compromessi,si ottengono risultati opposti a quelli auspicati.Si vuole accontentare tutti e si finisce con lo scontentare tutti.In una sola parola si ha il dominio dell’ambi- guità.E proprio l’ambiguità,come nota Franca Pieroni Bortolotti,diventa l’elemento saliente e pervasivo di quest’epoca al punto tale da non consentire un giudizio con- clusivo su questo periodo.Gli stessi storici infatti producono giudizi ambivalenti.Se l’età giolittiana viene comparata alla seconda metà dell’Ottocento essa appare come un arco storico contrassegnato da un forte conservatorismo,figlio di una cupa stagna- zione.Se invece la comparazione viene effettuata con la successiva epoca fascista,si ha addirittura l’impressione di trovarsi di fronte ad un era dinamica e comunque non estremamente conservatrice. 4 Anche le donne risentirono dei caratteri di fondo di questo periodo al punto che il movimento femminile,con tutte le sue diverse anime,può essere considerato come u- na sorta di microcosmo nel quale si riverberarono e si proiettarono tutte le tensioni, tutte le divaricazioni e tutte le ambiguità di quel complesso universo che fu la società giolittiana. E dire che il secolo era cominciato sotto la spinta del più ottimistico dei presagi:la costruzione di una nuova società.Una società più giusta che avrebbe avuto, nell’avvento della”donna nuova”,l’unica variabile dirompente ed eversiva in grado di scardinare i vecchi modelli sociali e culturali.Ma come si diceva,le donne,rimasero prigioniere di tutte le contraddizioni dell’età giolittiana,ginepraio inestricabile nel 4 F.Pieroni Bortolotti,La questione femminile in Italia dall’età giolittiana ad oggi,in M.Abrate,Società e Stato nell’età giolittiana.Strutture economiche forze sociali e lotta politica,Torino,1976,p.295

Anteprima della Tesi di Marcellino Lombardi

Anteprima della tesi: Le lotte per l'emancipazione della donna: dall'età giolittiana al secondo dopoguerra, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Marcellino Lombardi Contatta »

Composta da 109 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 22480 click dal 11/04/2005.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.