La posizione del socio lavoratore nelle cooperative di lavoro con particolare riferimento alla mutualità prevalente

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 Capitolo 1 Le cooperative: sintesi della evoluzione normativa 1. Origini storiche Il concetto di cooperazione in senso lato, inteso cioè come aiuto reciproco fra individui per la realizzazione di interessi comuni, ha origine e manifestazioni in tutte le epoche della storia. Ma l’origine, di quelle che noi definiamo cooperative moderne 1 , si afferma, se si eccettua la mutualità nel settore assicurativo che ha origini più remote, con l’avvento del capitalismo. Nasce quindi nella prima metà del 1800 nell’Inghilterra della Rivoluzione Industriale, come movimento in aiuto alle classi operaie, contro le intollerabili condizioni di vita. Contrariamente a quanto avvenne nel resto dell’Europa, il movimento cooperativo inglese si sviluppò in un’ottica 1 Le cooperative moderne sono espressione dei seguenti requisiti: 1. esercizio prevalente di una attività organizzata volta alla produzione di beni e servizi, 2. inserimento di siffatta attività in un mercato aperto, 3. una particolare forma di esercizio e posizione dei soci tale da differenziarla delle altre imprese, 4. nonché del ruolo ed importanza rilevante nella società.

Anteprima della Tesi di Ilaria Di Mauro

Anteprima della tesi: La posizione del socio lavoratore nelle cooperative di lavoro con particolare riferimento alla mutualità prevalente, Pagina 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Ilaria Di Mauro Contatta »

Composta da 265 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9636 click dal 14/04/2005.

 

Consultata integralmente 70 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.