Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La crisi dei media generalisti e i nuovi sentieri della pubblicità

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

La crisi dei media generalisti e i nuovi sentieri della pubblicità 15 1.3 Scoperte e conquiste: i cambiamenti nella realtà La grande diffusione dei mezzi di comunicazione di massa è uno degli aspetti più rilevanti della civiltà contemporanea. La stampa, la radio, la televisione, il cinema, la fotografia e tutto quello che riguarda la cartellonistica (messaggi pubblicitari, affissioni...), permettono, infatti, di divulgare con una tempestività e una capillarità impensabile fino al secolo scorso, un’enorme quantità di messaggi relativi ai fatti di cronaca, alla politica, allo spettacolo, alla pubblicità, alla cultura. Il mondo della comunicazione negli ultimi anni è stato sottoposto a una notevole spinta all’innovazione e a uno stravolgimento dei suoi riferimenti tradizionali, sia culturali che di mercato, dovuta soprattutto alla diffusione dei new media, a Internet, ai nuovi strumenti di marketing connessi alle tecnologie elettroniche, ai satelliti, alle reti telematiche, ai cavi in fibra ottica, all’informatica. Tutte queste riforme rivestono ormai un ruolo fondamentale sia sul piano politico che su quello economico e socio-culturale. L’intero globo tende a ridefinirsi all’ombra di questa rivoluzione che si diffonde secondo percorsi mutevoli, di natura reticolare, non causale, non lineare, da cui schiudono orizzonti imprevedibilmente affascinanti che ci mettono di fronte ad una attualità in continuo divenire. Tra le sfere maggiormente sensibili a tutto quello appena descritto: le abitudini e la mentalità della gente, le istituzioni sociali, i media generalisti e il loro consumo. Le nuove conquiste hanno trasformato sia il rapporto utente-veicolo comunicativo, rendendolo sempre più interattivo e orientato a relazioni personali e individuali (face to face), sia i mezzi stessi, non più costruiti con un centro trasmittente verso una moltitudine, ma secondo sistemi policentrici in cui tutti possono essere parte operante. Il pubblico

Anteprima della Tesi di Claudia Pellicori

Anteprima della tesi: La crisi dei media generalisti e i nuovi sentieri della pubblicità, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Claudia Pellicori Contatta »

Composta da 198 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4663 click dal 12/04/2005.

 

Consultata integralmente 15 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.