Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il credito al consumo: La fattispecie

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 Discorso simile deve essere fatto in riferimento al contratto preliminare reso in forma scritta e teso alla concessione di credito al consumo. Infatti, se la funzione principale del contratto preliminare è di vincolare entrambe le parti, o almeno una di esse, a dare entro un certo termine, forma definitiva ad un assetto di interessi sui cui termini essenziali le parti già si trovano d’accordo, ma la cui concreta operatività intendono differire nel tempo, onde poter verificare al momento del definitivo la presenza di condizioni atte a realizzare l’accordo già preso, non si può dubitare della tutela accordata alla parte adempiente, consistente nella legittimazione a ricorrere all’esecuzione in forma specifica dell’obbligo di contrarre ex art. 2392 codice civile. 6 Dalla definizione di contratto di credito al consumo che emerge dalla fonte nazionale e comunitaria, si può notare come alla tipologia contrattuale in esame siano riconducibili fattispecie negoziali eterogenee. 6 TORRENTE, Manuale di diritto privato,”Il contratto preliminare”, p. 288ss. , 1995,Giuffrè;

Anteprima della Tesi di Antonella Milillo

Anteprima della tesi: Il credito al consumo: La fattispecie, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Antonella Milillo Contatta »

Composta da 118 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10530 click dal 15/04/2005.

 

Consultata integralmente 20 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.