Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il crack Parmalat: una truffa agevolata dal conflitto di interessi degli organi di controllo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 Guerra del golfo, non erano propensi a rischiare capitali , insomma la ricapitalizzazione non decollava. Tanzi riuscì a trovare le risorse necessarie da vari finanziatori esteri, ma fondamentale fu un finanziatore italiano che rilevò una quota rilevante della Finanziaria centro nord. Questo investitore era Gianmario Roveraro, ex campione di salto in alto, a capo di una finanziaria Akros che sottoscrisse il 5% della Finanziaria centro nord. L’obbiettivo di Tanzi era stato raggiunto, il 30 ottobre 1990 la Finanziaria centro nord diventava la Parmalat Finanziaria che controllava il 70% di Parmalat con un costo complessivo di 682 miliardi£ : 89 miliardi pagati a Tanzi per la prima quota del 20%, 283 miliardi pagati a Tanzi, in quanto azionista della società operativa, per la seconda quota del 35,4% e un altro 15% derivante della mancata sottoscrizione di quote di minoranza nell’aumento di capitale da 300 miliardi della Parmalat. Il suo azionariato era così diviso: 50,36% Callisto Tanzi 7,07% Giovanni Tanzi 5% Akros 2% Credit agricole(colosso alimentare francese) 2,1% fondi dell’Arca e della Popolare di Milano 2% Charterhouse(inglesi) e Girobank(austriaci) 3% Ficor(svizzeri) e Eridania di Raul Gardini

Anteprima della Tesi di Stefano Lotto

Anteprima della tesi: Il crack Parmalat: una truffa agevolata dal conflitto di interessi degli organi di controllo, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Stefano Lotto Contatta »

Composta da 181 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 14421 click dal 15/04/2005.

 

Consultata integralmente 38 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.