Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le ragazze romni fra il campo e l'istituzione chiusa

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

21 1.4 ACCOLTI E PERSEGUITATI Malgrado inizialmente fossero accolti con stupore e curiosità, in un secondo momento divennero oggetto di molte ostilità. Soprattutto verso la fine del ‘400, cioè nel preciso momento in cui l’idea di nazione si identifica con quella di stato rinascimentale, si delinea automaticamente il concetto di nemico della collettività. L’amico è colui che condivide con la maggioranza le stesse credenze, gli usi e i ritmi organizzativi della vita e del lavoro, che approva le leggi, parla la stessa lingua e crede negli stessi valori. Il nemico non parla la stessa lingua, non condivide gli stessi valori e ha costumi ed usi differenti, non ha interesse ad obbedire alle leggi ed è quindi estraneo alla comunità 9 . Venne condannato soprattutto lo stile di vita, il nomadismo, considerato come portatore di disordini, così come la mendicità, il furto e gli imbrogli di cui erano stati oggetto d’accusa. Nel 1449 vennero per la prima volta cacciati da una città, Francoforte, e i lasciapassare vennero da prima ignorati e poi considerati non validi. Tuttavia l’inizio di una prima grande persecuzione avvenne con l’editto emanato in Germania il 15 gennaio 1482, con il quale si vietava il soggiorno sul territorio del principato tedesco. 9 G. Viaggio, 1997, “Storia degli zingari in Italia”, Centro di ricerche zingare, Roma, pagg. 31-33

Anteprima della Tesi di Simona Nora Angela Santopietro

Anteprima della tesi: Le ragazze romni fra il campo e l'istituzione chiusa, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Simona Nora Angela Santopietro Contatta »

Composta da 240 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3232 click dal 14/04/2005.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.