Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gli effetti delle sostanze stupefacenti sui processi cognitivi: l'attuale stato della ricerca

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 contrabbando, diventa la principale fornitrice di oppio per l'immensa popolazione cinese. Nel 1729, le prime fumerie d'oppio cinesi vengono chiuse dall'Imperatore Yung Chen, e questo sarà solo il primo di una lunga serie di editti imperiali in materia. Nel 1803 il chimico tedesco Sertürner isola dall'oppio l'alcaloide principale e lo chiama morfina (dal nome del dio greco del sonno, Morfeo). In questo periodo, l'uso di oppio in Inghilterra si espande notevolmente: viene impiegato per tranquillizzare i bambini. A differenza dell'uso di alcolici, non provoca ancora nessun particolare allarme sociale. A partire dal 1815 la Cina vede drasticamente ridursi le riserve di argento, utilizzate per pagare le enormi importazioni di oppio. Soppiantando la Compagnia delle Indie, il governo inglese prende direttamente il controllo del commercio dell'oppio con la Cina. La Cina si ribella e a Canton il Commissario Lin impone agli importatori inglesi la consegna dell'intero stock di oppio presente in territorio cinese e poi lo distrugge. Il racconto di questi fatti è necessario per comprendere l’importanza del controllo della produzione dell’oppio e l’uso massiccio di questa sostanza da parte della popolazione orientale; è così che scoppia la prima Guerra dell'Oppio (1839-42). Nel 1822, le Confessioni di un mangiatore d'oppio inglese di De Quincey mettono a fuoco il fenomeno della dipendenza fisica che compare con l'uso continuativo di questa sostanza, peraltro già noto dai tempi di Galeno. A poco a poco, verso la seconda metà del XIX secolo, anche in Europa e in USA si comincia, in ambienti ristretti, come ad esempio fra i marinai o fra gli immigrati dall'Oriente, a fumare oppio. Nel 1851, il Maine è il primo stato USA a promulgare una legge proibizionistica sull'alcool, seguito da altri 13 stati.

Anteprima della Tesi di Lara Gasparini

Anteprima della tesi: Gli effetti delle sostanze stupefacenti sui processi cognitivi: l'attuale stato della ricerca, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Lara Gasparini Contatta »

Composta da 122 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6941 click dal 14/04/2005.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.