Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gli effetti delle sostanze stupefacenti sui processi cognitivi: l'attuale stato della ricerca

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 fumo dell'oppio conosce il suo periodo di massima popolarità: il musicologo Louis Laloy ne canta le lodi in un libro lussuoso, A. de Pouvourville scrive sotto uno pseudonimo vietnamita un manuale del perfetto fumatore, Brassaï va a fotografare nelle fumerie, Jacques Boissière, Claude Farrère, Picasso, Apollinaire e più tardi Jean Cocteau sono fra i più entusiasti consumatori. Nel 1906 l'Inghilterra decide di cessare il commercio dell'oppio con la Cina, cosa che farà effettivamente dal 1917. Negli Stati Uniti la “Legge su Cibi e Farmaci Puri” rende obbligatorio indicare sull'etichetta delle “medicine brevettate” tutte le sostanze contenute. Oppio, morfina e cocaina scompaiono da questi prodotti ma sono ancora liberamente venduti nelle farmacie. Nel 1909 a Shanghai e poi nel 1912 all'Aja sono convocate due Conferenze internazionali sul problema dell'oppio. Gli Stati Uniti proibiscono l'importazione di oppio se non per scopi medici e nel 1914, con l'Harrison Narcotics Act, cessa la libera vendita di oppio, coca e loro derivati (morfina, eroina, cocaina). Per ottenere queste sostanze occorre una ricetta medica e i medici devono essere autorizzati a prescriverle, pagare una tassa e tenere un registro delle sostanze in loro possesso. In realtà, la legge non limita esplicitamente la libertà dei medici di prescrivere queste sostanze, purché essa avvenga “nel corso dell'esercizio della professione”. L'uso di oppio resiste in Asia, ma in India si emanano leggi restrittive a partire dal 1947; in Cina questo avviene nel 1949, con la vittoria della rivoluzione maoista. In ossequio ai trattati post bellici, al termine della Seconda Guerra Mondiale, vengono aboliti i vari sistemi legali di controllo sulla distribuzione e il consumo dell'oppio: a Hong Kong nel 1945, nell'Indocina francese nel 1954, in Iran nel 1955, in Thailandia nel 1959. L'oppio diventa in tutto il mondo - salvo le aree

Anteprima della Tesi di Lara Gasparini

Anteprima della tesi: Gli effetti delle sostanze stupefacenti sui processi cognitivi: l'attuale stato della ricerca, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Lara Gasparini Contatta »

Composta da 122 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6941 click dal 14/04/2005.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.