Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Fallimento e contratto preliminare

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 negoziale del bene. Infatti l’una consente al curatore di di incamerare l’intero valore di realizzo del bene, mentre l’altra non conduce che alla riscossione del saldo>> 7 . Tutta questa costruzione ermeneutica, che riesce a trovare una regolamentazione del contratto preliminare, nel momento in cui sopraggiunge il fallimento, perde la sua validità per l’esistenza, all’interno della stessa legge fallimentare, dell’art. 45, il quale dispone che <>. Questo significa, che essendo il contratto preliminare insuscettibile 8 della formalità della trascrizione, come tutti gli atti ad effetti obbligatori non menzionati dalla legge, non è opponibile al fallimento, e quindi il curatore non è obbligato alla scelta tra prosecuzione e scioglimento ai sensi dell’ art. 72 l. fall., quarto comma, ma può ignorare il contratto. 9 7 VIGO, I contratti pendenti non disciplinati dalla legge fallimentare, Milano, 1989, pag.184. 8 Prima della l. 30/1997 9 FORMIGGINI, Il fallimento e la trascrizione dei contratti preliminari, in Rivista trimestrale di diritto e procedura civile, giugno 1997, pag.387, definisce l’art. 45 l. fall. una <

Anteprima della Tesi di Sandra Rossali

Anteprima della tesi: Fallimento e contratto preliminare, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Sandra Rossali Contatta »

Composta da 211 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5540 click dal 15/04/2005.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.