Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La secessione slovena, l’Italia e la Regione Friuli Venezia Giulia durante la crisi

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 cooperazione tra le aree di confine. La descrizione di questi aspetti della politica locale renderà più facile la comprensione delle motivazioni che spinsero l’Esecutivo regionale a farsi portavoce delle istanze slovene presso il governo italiano. Le azioni a sostegno del governo di Lubiana, intraprese in maniera autonoma dal Friuli Venezia Giulia, non ebbero un impatto diretto sulla scelta del governo nazionale di procedere al riconoscimento della Slovenia ma non è possibile trascurarne una certa influenza. L’attivismo regionale nei confronti della vicenda slovena fu una manifestazione esplicita del “potere estero” rivendicato da una delle Regioni che aspirava ed aspira più di altre a sfruttare la propria posizione strategica nelle relazioni con l’Est Europa. Esso rappresenta anche un esempio interessante delle relazioni tra centro e periferia nella definizione della politica estera di uno Stato. Aldilà della posizione ufficiale, verranno presentate le posizioni dei vari partiti politici locali al fine di dare un quadro adeguato del dibattito regionale sulla questione jugoslava e sul futuro dei rapporti transfrontalieri con la Slovenia. A causa dell’attualità e della specificità delle tematiche trattate, non è stato possibile usufruire di testi che le analizzassero tutte in modo completo ed approfondito. Perciò questo studio ha richiesto la consultazione di quotidiani del periodo e di riviste specializzate. Per studiare il contesto internazionale, è stato indispensabile l’ausilio di riviste di geopolitica e di politica internazionale. Più facile è risultata la ricerca di opere che trattassero la molteplicità degli aspetti e degli avvenimenti storici connessi alla secessione slovena. Il ruolo dell’Italia e del Friuli Venezia Giulia è stato l’ambito più complesso di questo studio. Per comprenderne anche gli elementi più specifici si è fatto riferimento alla stampa, soprattutto al Corriere della Sera e La Repubblica su scala nazionale e a quotidiani quali Il Piccolo ed Il Messaggero Veneto, dove vennero riportate informazioni più approfondite sulla situazione locale. Fondamentali sono state anche le testimonianze di esponenti politici coinvolti nelle iniziative regionali a favore della Slovenia, soprattutto quelle dell’allora Presidente della Giunta regionale Adriano Biasutti. La documentazione ufficiale degli enti regionali ha poi permesso di verificare gli elementi ricavati da altre fonti.

Anteprima della Tesi di Sara Tesi

Anteprima della tesi: La secessione slovena, l’Italia e la Regione Friuli Venezia Giulia durante la crisi, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Sara Tesi Contatta »

Composta da 168 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1387 click dal 19/04/2005.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.