Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le Agenzie per il lavoro nel Decreto Legislativo 276 del 2003

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

3 CAPITOLO I LA NORMATIVA 1. La riforma del collocamento: l’avvento delle Agenzie per il lavoro In Italia, nel corso degli anni ’90, la presenza ed il ruolo asse- gnato alle agenzie di intermediazione del mercato del lavoro si sono notevolmente potenziati anche in relazione agli orientamenti europei in materia di occupazione. A tal proposito, le agenzie, sia pubbliche che private, sono chiamate a svolgere un ruolo fondamentale per fa- vorire lo scambio di informazioni utili ad agevolare l’incontro tra domanda ed offerta di lavoro. Nella consapevolezza che le politiche atte a favorire azioni più incisive per ridurre la disoccupazione sono più efficaci a livello locale e nell’ottica di migliorare l’efficienza dell’intervento pubblico, sono state avviate alcune linee di riforma, riguardanti l’offerta e l’organizzazione dei servizi pubblici. Tali a- zioni sono volte a potenziare l’intervento dei servizi già esistenti e permettere l’ingresso nel sistema di nuovi attori. La riforma dei Servizi per l’impiego (SPI), con la quale è stato affidato alle Regioni il compito di provvedere all’organizzazione dei sistemi regionali per l’impiego e delle politiche attive per il lavoro, riservando allo Stato un ruolo di coordinamento, è stata avviata dalla legge 196/97. Essa ha poi trovato attuazione con il D.Lgs. 469/97 il quale, decentrando alle Regioni e alle Province autonome le funzioni e i compiti in materia di mercato del lavoro, ha dato avvio ad un modello regionale del sistema degli SPI, che ha permesso il supera- mento del vecchio collocamento basato sulle Sezioni circoscrizionali per l’impiego. Quest’ultimo era improntato sulla semplice erogazio- ne di servizi di tipo amministrativo, rivolti senza distinzioni a tutta la platea dei disoccupati iscritti alle liste. La riforma ha previsto, in- vece, delle strutture specifiche al fine di proporre iniziative più tara- te sulle esigenze di particolari target di utenti, nell’ottica di preveni-

Anteprima della Tesi di Andrea Crucianelli

Anteprima della tesi: Le Agenzie per il lavoro nel Decreto Legislativo 276 del 2003, Pagina 3

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Andrea Crucianelli Contatta »

Composta da 180 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3286 click dal 19/04/2005.

 

Consultata integralmente 21 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.