Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le Agenzie per il lavoro nel Decreto Legislativo 276 del 2003

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 re la disoccupazione attraverso strumenti attivi di promozione dell’occupazione e della formazione quali, l’orientamento, l’attivazione di tirocini formativi, l’incontro domanda/offerta, il so- stegno alle fasce deboli. Le nuove strutture, denominate Centri per l’impiego (CPI) e af- fidate alla gestione delle Province, sono chiamate ad un nuovo ruolo di azione sul territorio e hanno la finalità di portare a pieno regime la funzionalità di tutti i servizi entro il 2006, in concomitanza con la chiusura della programmazione FSE che offre un grande contributo a tutto il processo di riforma. Le Regioni, in tale ambito, sono chiama- te ad un ruolo importante e strategico, poiché, tra i diversi compiti, hanno quello fondamentale di gestire la programmazione e il coor- dinamento di iniziative volte ad incrementare l’occupazione e di supportare l’attività dei CPI, attraverso le Agenzie regionali del la- voro. Dopo il 1997 numerosi sono stati gli interventi legislativi che hanno introdotto nuovi elementi nel sistema, sia innovando servizi preesistenti, sia creandone di nuovi, sia aumentandone la competiti- vità attraverso il contributo dell’attività di operatori privati. La legge n. 68/99 1 (che ha riformato la vecchia legge 482/68 i- stitutiva del c.d. collocamento obbligatorio), ha introdotto il concet- to di collocamento mirato, che prevede, attraverso l’azione svolta dai servizi per l’inserimento lavorativo, il reale incontro tra capacità lavorative del disabile e le esigenze e necessità delle imprese. La legge prevede, in particolare, l’istituzione di specifici servizi per l’inserimento lavorativo dei disabili presso i CPI, che devono potersi avvalere di operatori professionali specializzati nel settore chiamati “Operatori della mediazione”. 1 Nuove norme per il diritto al lavoro delle persone disabili nel quadro del decentramento amministrativo.

Anteprima della Tesi di Andrea Crucianelli

Anteprima della tesi: Le Agenzie per il lavoro nel Decreto Legislativo 276 del 2003, Pagina 4

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Andrea Crucianelli Contatta »

Composta da 180 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3285 click dal 19/04/2005.

 

Consultata integralmente 21 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.