Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Interazione Uomo Macchina: un'indagine sperimentale sul banner blindness

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

        !          Il cognitivismo nasce distaccandosi progressivamente dal comportamentismo fino a conoscere una prima formulazione teorica in "Psicologia cognitivista" del 1967 di Neisser. In realtà la psicologia cognitiva non è mai stata strutturata in una teorizzazione precisa, configurandosi più come un orientamento generale di pensiero. Centrale è lo studio delle strategie di elaborazione dell'informazione ovvero dell'attività mentale dell'individuo, superando gli studi dei comportamentisti che si limitavano ad analizzare le connessioni dirette tra stimoli e risposte. La mente non é considerata un recettore passivo, ma elabora continuamente le informazioni ricevute dall'esterno verificando la congruenza tra il proprio progetto comportamentale e la situazione esterna, attraverso operazioni di filtro (attenzione) e di autocorrezione. Gli psicologi cognitivisti accettano la possibilità di studiare scientificamente l'attività mentale fra la percezione dello stimolo e la risposta dell'organismo, ovvero i processi cognitivi analizzati in quanto funzioni organizzative (pensieri, immagini mentali, emozioni, processi elaborativi). Superando l'approccio stimolo-risposta, il cognitivismo propose il TOTE (test-operate, test-exit) o "piano di comportamento": il soggetto non si limita a ricevere passivamente le informazioni ma, come verificato da Craik, verifica la congruenza fra il proprio piano

Anteprima della Tesi di Raimondo Bruno

Anteprima della tesi: Interazione Uomo Macchina: un'indagine sperimentale sul banner blindness, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Raimondo Bruno Contatta »

Composta da 143 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2968 click dal 20/04/2005.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.