La globalizzazione della comunicazione pubblicitaria: le campagne internazionali

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

20 Benetton, la magica Coca-Cola globale da oltre mezzo secolo: sono diventati segnali, codici e protesi della personalità. I media hanno colonizzato questo territorio, privandolo dei suoi contenuti complessi per corrispondere fedelmente a stereotipi e luoghi comuni: questa visione pacifica e pacifista serve ad esorcizzare le ideologie, per semplificare realtà complesse al grado zero del comunicare e contribuire ad indebolire la capacità di riflettere criticamente sulla realtà e sul suo divenire. Secondo l’economista e sociologo Jeremy Rifkin, l’elite del XXI secolo, i cosiddetti manipolatori di simboli, sarà composta da chi avrà la capacità di gestire le complesse logiche dell’informazione e della comunicazione. Tra i manipolatori Rifkin annovera i guru della finanza, gli sceneggiatori di Hollywood, i produttori di trasmissioni televisive o di cd-rom, i creatori di prodotti culturali, i biologi molecolari. La logica di marca è presente in un gran numero di questi settori, così apparentemente eterogenei: lo sviluppo delle grandi marche attuali annuncia e prefigura questa transizione verso una società dominata dal consumo di beni immateriali.

Anteprima della Tesi di Chiara Chianese

Anteprima della tesi: La globalizzazione della comunicazione pubblicitaria: le campagne internazionali, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Chiara Chianese Contatta »

Composta da 228 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9544 click dal 05/07/2005.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.