La Sala Borsa di Bologna: tra funzione urbanistica e ruolo pubblico

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

2 L’analisi della Sala Borsa come esempio di politica culturale non può prescindere, pertanto, dallo studio dei luoghi che influenzano o determinano questa politica: l’edificio prima di tutto, la piazza come centro del potere, e il tessuto urbano di cui Piazza Maggiore è il cuore. Gli strumenti utilizzati in questa ricerca saranno quelli dell’urbanistica, intesa come storia urbana dei luoghi interessati; dell’architettura, intesa come strumento fondamentale nelle strategie degli interventi urbanistici; della biblioteconomia, nel momento in cui i principi da essa dettati per una efficace politica per le biblioteche pubbliche influenza la progettazione architettonica degli edifici bibliotecari e il loro ruolo urbano. Sono strumenti intimamente legati, ognuno dei quali gioca una posizione più o meno importante a seconda del momento storico della loro interazione e dell’attenzione che si dà al ruolo del servizio fornito dalla biblioteca pubblica nella città in cui questa è localizzata. Il lavoro qui svolto si divide in quattro parti. Il primo capitolo ripercorre la storia urbana di Bologna, dalla sua fondazione in età etrusca ai giorni nostri: un’attenzione particolare è dedicata alla piazza centrale della città, di cui vengono ripercorsi i processi politici, economici e sociali che l’hanno costituita e plasmata nel corso dei secoli, attraverso gli interventi di carattere architettonico ed urbanistico che ne hanno modificato la forma e la valenza. Piazza Maggiore come centro di quartieri, strade, luogo del potere per eccellenza, spazio urbano centrale in molteplici declinazioni, politiche, ma anche commerciali e finanziarie. Come sfondo, la storia della città e del territorio di Bologna, e di molti altri luoghi, vie, strade che hanno determinato la forma e la sostanza di questa complessa città. Il secondo capitolo è dedicato alla biblioteca pubblica, di cui viene proposta una traccia storica che trova una trattazione più particolareggiata nel momento storico in cui si afferma il modello della public library anglosassone, e la sua diffusione in Europa ma soprattutto in Italia, anche attraverso i mutamenti nel quadro legislativo che intercorrono dalla Costituzione del 1948 al

Anteprima della Tesi di Mariachiara Montera

Anteprima della tesi: La Sala Borsa di Bologna: tra funzione urbanistica e ruolo pubblico, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Mariachiara Montera Contatta »

Composta da 167 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1527 click dal 21/04/2005.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.