Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Realizzazione di un algoritmo di pianificazione basato su euristiche che operano su modelli rilassati

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

20 viene meno in un ambiente multi-agente (in cui più processi sono contemporaneamente attivi) o comunque in presenza di fattori di evoluzione esogeni all’Agente stesso. In generale quindi l’Agente non ha il controllo totale dell’environment, ma può solo influenzarne i cambiamenti. Il mondo fisico è un ambiente fortemente dinamico.  Azioni deterministiche/non deterministiche: l’ipotesi di azioni deterministiche implica che l’Agente conosca perfettamente l’esito delle proprie azioni sull’ambiente. Un’azione è non-deterministica se il suo modello non ne comprende alcuni effetti, o non specifica le condizioni sotto le quali tali effetti si verificano. Il carattere non-deterministico di un’azione può discendere dall’intrinseco modello probabilistico di essa (si pensi al lancio di una moneta) o dall’incompletezza del modello di essa contenuto nell’Agente. In realtà si può pensare di ricondurre queste due circostanze al secondo caso, se si pensa che il modello probabilistico di un’azione deriva dalla mancanza, o dall’eccessiva complessità di un modello del tipo causa-effetto. Il non- determinismo delle azioni viene indicato anche come conoscenza incompleta sulle azioni. Il mondo fisico nel suo insieme può essere considerato come non deterministico.  Discreto/Continuo: un ambiente è discreto se esiste un numero finito e prefissato di azioni e percezioni. Un esempio classico è il gioco degli scacchi, mentre la guida di un taxi è un esempio di ambiente continuo.  Complessità: infine, è consuetudine classificare i domini applicativi in base al loro grado di complessità: esso si può misurare in base al carattere più o meno articolato delle azioni a disposizione, ed al numero complessivo di stati che l’ambiente può assumere. Un altro parametro comunemente introdotto è la proprietà di determinismo di un ambiente; in un certo senso essa può considerarsi come una proprietà derivata, dato che è possibile dedurla una volta assegnate le altre. Possiamo utilizzare la seguente definizione di ambiente deterministico: un ambiente è deterministico dal punto di vista di un Agente che vi opera, se questi può sempre prevederne autonomamente l’evoluzione ed i cambiamenti [RUSSELL AND NORVIG 95].

Anteprima della Tesi di Leonardo Perria

Anteprima della tesi: Realizzazione di un algoritmo di pianificazione basato su euristiche che operano su modelli rilassati, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Leonardo Perria Contatta »

Composta da 114 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2740 click dal 20/04/2005.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.