Ridere per far bene a se stessi o per far ridere gli altri? L'umorismo nella clownterapia

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

18 2. LE TEORIE ED I MODELLI DELL’UMORISMO Il comportamento scherzoso, il divertirsi, il ridere ed il sorridere fanno parte del nostro mondo quotidiano. La pervasività dell’umorismo si deduce dal numero di modi di dire e di frasi che vi si riferiscono e che hanno radici molto antiche : “ride bene chi ride ultimo”, “scherzo di mano, scherzo di villano”, “il riso fa buon sangue”, “il riso abbonda sulla bocca degli stolti”, “far ridere i polli”, “morir dal ridere”, “ridi, ridi che la mamma fa gli gnocchi”, “ridere a crepapelle”, ecc. Nonostante ciò, per secoli il riso è stato considerato come un argomento non meritevole di attenzione, per questa ragione è stato oggetto di poche speculazioni sia filosofiche che empiriche. Tale atteggiamento nei suoi confronti è dovuto in parte all’idea diffusa che occuparsi del comico non è una cosa seria; da questo deriva la convinzione che tutto ciò che esamina la comicità riguarda un aspetto superficiale o marginale della vita umana, per cui i seri pensatori hanno ritenuto che non valesse la pena occuparsene. Un'altra ragione di questo scarso interesse da parte degli studiosi è stata la propensione umana ad occuparsi degli aspetti problematici dell’esistenza, al fine di poterli risolvere o attenuare; essendo il comico un aspetto non facilmente analizzabile, perché considerata un’esperienza effimera, fugace ed a volte anche difficile da ricordare, ha attratto poche menti di filosofi, letterati ed antropologi (Cfr. Francescato D., 2002). Le teorie sull’umorismo provengono da una varietà di prospettive (linguistica, sociologica, psicologica, antropologica e teatrale), alcune di esse hanno segnato la storia, da Platone ad Aristotele a Bergson. Teorie molto diverse tra loro ma ognuna importante per il contributo

Anteprima della Tesi di Andreina Rossitto

Anteprima della tesi: Ridere per far bene a se stessi o per far ridere gli altri? L'umorismo nella clownterapia, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Andreina Rossitto Contatta »

Composta da 167 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 12639 click dal 21/04/2005.

 

Consultata integralmente 24 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.