Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

''God bless Israel''. La formazione dello Stato d’Israele vista attraverso le pagine di Newsweek e Time Magazine (1945 - 1949)

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

-14- ξ Gli interessi americani verso il mondo islamico spingevano il governo americano a proteggere gli interessi cristiani nella regione 1 . Le differenti visioni d’intervento nello scacchiere mediorientale tra il Dipartimento di Stato e l’ufficio della Presidenza degli Stati Uniti incominciarono ad essere evidenti quando il ruolo della Gran Bretagna nella regione andò scemando, preannunciando una possibile penetrazione sovietica nell’area, e quando l’approvvigionamento di petrolio diventò un interesse primario ai fini delle operazioni militari e necessario per lo sviluppo interno del paese. Fino alla vigilia della seconda guerra mondiale il Medio Oriente si poteva definire un teatro vuoto per la politica estera americana. Non è che mancava una presenza americana nella regione, ma era legata all’iniziativa dei privati: missionari, uomini di cultura ed educatori, da un lato, e più tardi le imprese petrolifere, dall’altro. I primi diedero vita ad alcune istituzioni, in primo luogo le università americane a Beirut ed al Cairo, all’interno delle quali si formerà una buona parte del personale diplomatico che sarà poi presente nelle ambasciate mediorientali. Le seconde incominciarono nel corso degli anni trenta ad affacciarsi sulla regione senza intenti competitivi. Un accordo del luglio 1928 permise alle compagnie americane di unirsi al consorzio anglo-francese, che controllava le concessioni nell’ex impero ottomano, con una quota pari a circa il 25%. Nel 1933 la Standard Oil of California (CASOC), una compagnia esclusa dall’accordo precedente, raggiunse la prima intesa con l’Arabia Saudita allo scopo di esercitare attività di prospezione petrolifera che solo nel 1939 cominceranno a dare risultati 2 . 1 A. Donno, Gli Stati Uniti, la Shoah e i primi anni d’Israele (1938-1957), La Giuntina, Firenze, 1995 2 G. Valdevit , Stati Uniti e Medio Oriente dal 1945 ad oggi, Carocci Editore, Roma, 2003, p. 20

Anteprima della Tesi di Cristiano Tinazzi

Anteprima della tesi: ''God bless Israel''. La formazione dello Stato d’Israele vista attraverso le pagine di Newsweek e Time Magazine (1945 - 1949), Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Cristiano Tinazzi Contatta »

Composta da 159 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4069 click dal 11/05/2005.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.