Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

''God bless Israel''. La formazione dello Stato d’Israele vista attraverso le pagine di Newsweek e Time Magazine (1945 - 1949)

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

-10- dell’orientalismo occidentale. Vale a dire per fare chiarezza sull’inconsistenza delle dottrine tendenti a consacrare la supremazia e lo sfruttamento occidentali sui popoli dell’Asia, dell’Africa e dell’America Latina. Ci troviamo di fronte alla serrata denuncia di un clima culturale teso ad occultare una pratica di dominio che, traendo spunto dal globale impegno capitalistico di controllo del mondo, si concretizza nella strategia di fare scomparire il popolo palestinese: dall’autocensura più ermetica delle misure oppressive anglo-sioniste e poi israelo-americane, all’esaltazione senza limiti della gestione vessatoria dei sionisti, alla perentoria svalutazione della realtà araba e palestinese che è sempre solo brutta, misera e volgare. Riprendendo l’altro autore che mi ha aiutato a comprendere e a svelare i meccanismi nel corso della tesi e, che già conoscevo in precedenza, Noam Chomsky, egli afferma ne “I cortili dello Zio Sam” che “La propaganda è per la democrazia quello che il randello è per lo stato totalitario”. Secondo Chomsky, i media sono monopolio dell’industria e sostengono tutti la stessa ideologia. Sia che si definiscano “liberal” oppure “conservatori”, i principali media sono grandi aziende, possedute da (e strettamente legate a) società ancor più grandi. Come altre imprese, vendono un prodotto a un mercato. Il mercato è quello della pubblicità, cioè di un altro giro d’affari. Il prodotto è l’audience. I due partiti esistenti negli Stati Uniti sarebbero quindi due fazioni del partito degli affari. I media più importanti, quelli che stabiliscono le priorità a cui gli altri devono adattarsi, vantano un prodotto in più: quello di un pubblico relativamente privilegiato. Abbiamo quindi delle grandi imprese che vendono un pubblico piuttosto benestante e privilegiato ad altre imprese. Non stupisce che l’immagine del

Anteprima della Tesi di Cristiano Tinazzi

Anteprima della tesi: ''God bless Israel''. La formazione dello Stato d’Israele vista attraverso le pagine di Newsweek e Time Magazine (1945 - 1949), Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Cristiano Tinazzi Contatta »

Composta da 159 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4069 click dal 11/05/2005.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.