Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Tratta e prostituzione di strada in Italia. Percorsi di reinserimento ed esperienze a confronto.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

“Tratta e prostituzione di strada in Italia. Percorsi di reinserimento ed esperienze a confronto.” Tesi di Laurea in Pedagogia Interculturale di Grazia Romanazzi 9 1.2 IL MEDIOEVO E L’ETA’ MODERNA Nel Medioevo esistevano luoghi istituzionalizzati di prostituzione: i Postribula Publica, costruiti con fondi pubblici, retti dalle pubbliche autorità e in cui, spesso, vigevano per le prostitute regole ferree. Un’attenzione particolare meritano le cortigiane veneziane che hanno monopolizzato a lungo l’immaginario collettivo come simboli di bellezza, eleganza, licenziosità e indipendenza. Nella Venezia del XVI secolo le autorità della Serenissima stilavano veri e propri registri in cui era possibile scegliere la propria compagna. Le cortigiane, dal canto loro, possedevano un alto livello culturale che non di rado consentiva loro di assumere impegni pubblici negli affari di stato. Queste, infatti, oltre ad apprendere e perfezionare le doti dell’arte erotica, studiavano lettere classiche, metrica, musica, canto e danza, frequentavano artisti, ma anche ambasciatori, principi e dogi. Il quadro delle loro condizioni di vita e di lavoro, dunque, è desumibile dalle rime che le cortigiane stesse componevano e che la Venezia del tempo, ricca, commerciale, aperta e liberale, riconosceva con degli atti che ufficializzavano l’attività di meretricio, tra cui il “Catalogo di tutte le principali et più onorate cortegiane”, testo risalente al 1570 circa, depositato in originale presso il Museo Correr di Venezia, in cui sono citate anche le più famose cortigiane del tempo: la Stampa e la Franco. Negli

Anteprima della Tesi di Grazia Romanazzi

Anteprima della tesi: Tratta e prostituzione di strada in Italia. Percorsi di reinserimento ed esperienze a confronto., Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Grazia Romanazzi Contatta »

Composta da 193 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7902 click dal 27/04/2005.

 

Consultata integralmente 20 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.