Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il principio di trasparenza per le società di capitali ora introdotto alla luce del confronto con quello relativo alle società di persone

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 abbreviata un complesso di norme. Il fenomeno della soggettività viene quindi ricondotto alla utilizzazione di un meccanismo di imputazione 1 , mediante il quale si realizza il collegamento di una fattispecie normativa con un determinato centro che si atteggi come << fattore di unificazione >>. Al fine di avere un soggetto è necessario che l’insieme di diritti ed obblighi, ed in genere di situazioni giuridiche soggettive, vengano riferiti in modo unitario ad un destinatario. Il problema della soggettività delle società e degli enti collettivi in genere sta tutto nell’individuare il centro di riferibilità delle fattispecie giuridiche verificando se sia stato accolto un meccanismo di imputazione agli individui ( vale a dire ai soci ) oppure un meccanismo di imputazione all’organizzazione ( ovverosia alla società ). Il termine << organizzazione >> viene richiamato a proposito degli enti collettivi dalla dottrina amministrativa e civilistica, senza che vi sia una visione unitaria del concetto. Sul piano oggettivo si può notare che esistono vari profili sotto cui assume rilevanza il fenomeno organizzativo: sono infatti ipotizzabili una organizzazione di beni, una organizzazione di rapporti interni tra soggetti, ed infine una organizzazione di attività. Ora non ogni fenomeno oggettivo di organizzazione vale a porsi come fattore di unificazione di diritti ed obblighi, e quindi ad assumere l’astratta idoneità ad essere centro di imputazione di una fattispecie normativa. Così nelle ipotesi di organizzazione di beni o di rapporti la struttura costituita viene ritenuta inidonea a fungere da centro di riferibilità delle norme, in quanto riconducibile immediatamente ad altri 1 Il termine imputazione viene utilizzato nella dottrina normativa in due accezioni: come collegamento di una fattispecie, e quindi come fenomeno prettamente oggettivo, e come collegamento di una fattispecie normativa ad un soggetto.

Anteprima della Tesi di Vincenzo Romano

Anteprima della tesi: Il principio di trasparenza per le società di capitali ora introdotto alla luce del confronto con quello relativo alle società di persone, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Vincenzo Romano Contatta »

Composta da 133 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6982 click dal 26/04/2005.

 

Consultata integralmente 28 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.