Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'evoluzione della cooperazione giuridica UE-ACP da Lomé a Cotonou

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

19 veniva introdotta una nuova filosofia secondo cui il liberismo negli scambi Nord-Sud non sarebbe stato in grado di risolvere i problemi dello sviluppo. Nel Preambolo della Carta l�Assemblea generale si dichiarava: [�] Consciente de la n�cessite d��tablir et de maintenir un ordre �conomique et social juste et �quitable par [�] l�instauration et la promotion de relations �conomiques internationales qui tiennent compte des diff�rences reconnues, sur le plain du d�veloppement, entre les pays en voie de d�veloppement, ainsi que de leur besoins particuliers [�]. I principi ivi enunciati tendevano a tutelare gli interessi dei paesi in via di sviluppo anche nella sfera economica, un ambito regolato soltanto dalle norme di natura convenzionale che si andavano formando in coerenza con le dichiarazioni dell�Assemblea Generale, dell�UNCTAD e di altri organi delle Nazioni Unite. Questi principi di carattere programmatico cominciavano a ispirare tutta una rete di convenzioni di aiuti allo sviluppo, che iniziavano a porre limiti alla assoluta libert� degli stati nel regolare i propri rapporti economici 13 . Ispirandosi al principio del trattamento preferenziale per i paesi in via di sviluppo, ovvero non applicando la reciprocit� automatica delle preferenze e la clausola della nazione pi� favorita, si abbandonava la finzione della parit� di tutti gli stati partecipanti alla relazione commerciale che per lungo tempo aveva dominato le relazioni economiche internazionali. La pi� importante innovazione della Convenzione di Lom� rifletteva questo stato delle cose: la Convenzione si sarebbe basata da allora in avanti sul principio della non-reciprocit� per le preferenze accordate alle 13 Vedi Benedetto Conforti, Diritto Internazionale, 6a edizione, Napoli, Editoriale Scientifica, 2002.

Anteprima della Tesi di Nives Maria Ester Costa

Anteprima della tesi: L'evoluzione della cooperazione giuridica UE-ACP da Lomé a Cotonou, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Nives Maria Ester Costa Contatta »

Composta da 206 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3127 click dal 26/04/2005.

 

Consultata integralmente 22 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.