Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La Rep. Slovacca verso l'Unione Europea: analisi del processo di transizione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 l’ambiente e le relazioni esterne. Nel secondo semestre dello stesso anno si aggiunsero i settori della concorrenza, dei trasporti, dell’energia, della tassazione, dell’unione doganale, dell’agricoltura (con particolare riguardo alle problematiche veterinarie e fitosanitarie), della pesca, della giustizia ed affari interni e, infine, del controllo finanziario. I capitoli previsti invece nel primo semestre 2002 si sono rivelati i più complessi da concludere in quanto hanno toccato direttamente delicate questioni di budgeting, in particolare per quanto riguarda le disposizioni finanziarie e di bilancio e quelle relative alle politiche regionali e agricole. L’intento comunitario è stato, dunque, quello di assicurare, attraverso numerose tappe intermedie, l’avvio delle negoziazioni su tutti i capitoli dell’ “acquis communautaire” entro giugno 2002, spingendo da un lato gli stati membri a formulare posizioni comuni e dall’altro i paesi candidati a fornire risposte e ad assumersi gli impegni scadenzati. Le istituzioni comunitarie, in tale processo, sono state coadiuvate dagli altri organi comunitari e da numerose istituzioni finanziarie ed enti non governativi. Citiamo, tra i tanti, il Consiglio d’Europa, l’OCSE, la BERS, il Fondo Monetario Internazionale e la World Bank. A partire dal 1998, inoltre, è stato affidato alla Commissione il preciso compito di presentare con scadenza annuale reports riguardanti i progressi 3 raggiunti da ciascun paese candidato dell’Europa Centrale e Orientale. Su queste basi l’istituzione comunitaria ha presentato la prima serie di valutazioni nell’ottobre 1998 mentre l’ultima analisi disponibile risale all’autunno 2002. Quest’ultima costituisce il documento più importante in quanto rappresenta, sia il punto d’arrivo delle negoziazioni nell’ambito della strategia di pre – accesso, sia la piattaforma di partenza per le formulazioni successive e raccomandazioni che riguarderanno l’effettiva entrata nell’EU. Nel 1999 l’assistenza comunitaria incominciò ad estendersi anche al finanziamento di tre strumenti strutturali di pre-adesione: 3 I progressi sostenuti da ciascun stato sono stati sinora misurati dalla Commissione sulla base delle legislazioni al momento vigenti, delle convenzioni internazionali ratificate con particolare attenzione all’effettiva implementazione all’interno del paese e delle decisioni attualmente prese. Si è optato per questo orientamento per poter fornire un uguale trattamento di base a tutti i paesi candidati e per poter operare un confronto omogeneo del concreto progresso raggiunto.

Anteprima della Tesi di Silvia Vecchiato

Anteprima della tesi: La Rep. Slovacca verso l'Unione Europea: analisi del processo di transizione, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Silvia Vecchiato Contatta »

Composta da 123 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2175 click dal 29/07/2005.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.