Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Indipendenza della magistratura e giudice naturale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

3 magistrato;da ogni altro potere, potere è sostantivazione dell'omonimo verbo che equivale all’ autorità di fare (in un determinato ambito). Indipendenza della magistratura significa - principalmente - sottrazione all'influenza del Governo, indipendenza che è conquista della democrazia 2 , anzi essa è considerata il c.d. Terzo potere. Siccome, tuttavia, non ha potere di innovare - possibilità che invece ha senz'altro il potere legislativo e, in minor misura, quello esecutivo, il suo "potere", è peraltro "diffuso", cioè partecipato nella stessa integrale maniera da ogni suo membro, da ogni magistrato. Scopo dell'indipendenza attribuita alla magistratura sono le garanzie (che ogni membro di quel corpo saprà prestare) in favore delle libertà delle persone(libertà da ogni intrusione di principi pretestuosamente "superiori", come facilmente potrebbero 2 In particolare nel XVIII secolo Charles-Louis de Montesquieu individuò nella separazione dei poteri il fondamento che rendeva la monarchia costituzionale inglese un esempio di ordinamento da imitare, formulando così per la prima volta in modo limpido un'idea che già era latente nel dibattito politico-filosofico-giuridico fin dal Medioevo.

Anteprima della Tesi di Pasquale Di Carluccio

Anteprima della tesi: Indipendenza della magistratura e giudice naturale, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Pasquale Di Carluccio Contatta »

Composta da 103 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4300 click dal 05/09/2005.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.