Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Indipendenza della magistratura e giudice naturale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 - dall'introduzione in essa di membri eletti dal Parlamento (comma 4 del nostro articolo), -dal conferimento della vice-presidenza (che corrisponde a una presidenza "operativa", fino a che tutto procede nella norma) a un membro di nomina (se pur indirettamente) popolare, provenendo essa dal Parlamento (comma 5). Un'altra garanzia dell’indipendenza di tutti coloro appartenenti al potere giudiziario è rafforzata anche dall’art. 107, I. Comma, nel modo in cui prevede che “I magistrati sono inamovibili. Non possono essere sospesi o dispensati finché in servizio,né destinati ad altre sedi o funzioni se non in seguito a decisioni del Csm, adottata o per motivi e con le garanzie di difesa stabilite dall’ordinamento giudiziario o con il loro consenso.

Anteprima della Tesi di Pasquale Di Carluccio

Anteprima della tesi: Indipendenza della magistratura e giudice naturale, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Pasquale Di Carluccio Contatta »

Composta da 103 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4300 click dal 05/09/2005.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.