Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Tecniche per la misurazione del Rischio negli istituti Finanziari: il caso della BNL

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

grandi benefici riguardo alla quantificazione dei rischi e alla riduzione dei presidi patrimoniali. La revisione più recente dell’Accordo di Basilea dell’aprile 2003 evidenzia tutta una serie di novità nel trattamento del rischio di credito e del rischio operativo con particolare attenzione all’utilizzo dei modelli di calcolo di tali rischi. Oltre che dalle rettifiche dei modelli e dei sistemi di misurazione del rischio interni alle banche, la gestione del rischio di credito è stata accompagnata anche dalla nascita e dalla diffusione di un insieme di nuovi strumenti e tecniche gestionali che consentono di trasferire il rischio di credito implicito in ogni operazione d’impiego a soggetti diversi rispetto alla banca: securization, loan sales e strumenti derivati per la gestione del rischio di credito. Il presente lavoro si sofferma nel primo capitolo sul concetto di rischio, dandone una definizione generale e successivamente fornendo una classificazione delle diverse tipologie di rischio che caratterizzano l’attività di intermediazione. Tenterò di sottolineare come questa macro-classe di rischi non possa essere trattata in maniera isolata, ma legata alle altre tipologie di rischio. Nel secondo capitolo presenterò le principali novità proposte dal Comitato di Basilea nel Documento Consultivo del 2003, sulla valutazione e la gestione del rischio di credito e del rischio operativo. Tratterò le modifiche dell’Accordo di Basilea del 1988, che hanno portato ad un vero e proprio cambiamento nella regolamentazione di Vigilanza e nell’approccio delle Autorità preposte al Controllo. Il terzo capitolo, invece, sarà basato sulla presentazione di un caso pratico: il caso della BNL, che ha sviluppato, proprio basandosi sulle riforme di Basilea 2, un Sistema di Rating Interno sul quale si basa per la 6

Anteprima della Tesi di Daniele Belsito

Anteprima della tesi: Tecniche per la misurazione del Rischio negli istituti Finanziari: il caso della BNL, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Daniele Belsito Contatta »

Composta da 131 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4156 click dal 06/05/2005.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.