Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I modelli competitivi del settore automobilistico

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 Le variabili esterne sono determinanti poiché definiscono l’impatto che questi fattori provocano sul settore in cui opera l’impresa. Questi agenti esterni sono ricollegabili a: - L’economia - La tecnologia - L’istituzione - L’ambiente naturale - La struttura demografica - L’assetto sociale Per definire invece le forze che impattano sul settore dall’interno bisogna fare un passo indietro. Il prerequisito per un’analisi ambientale efficace, infatti, è distinguere ciò che è di vitale importanza da quello che è solamente importante e, per sopravvivere, l’impresa ha bisogno di creare valore, di generare un profitto. Questo concetto è importante ai fini del nostro studio perché si rivela essere quel passaggio intermedio che ci permette di capire quali sono i fattori che determinano la redditività sia a livello aziendale che a livello settoriale. In primo luogo, perché un’impresa ottenga un profitto è necessario che crei valore per i clienti. Un’impresa deve essere in grado di capire quali sono le esigenze del mercato che serve. Secondariamente, nel creare valore l’impresa acquista beni e servizi dai fornitori. Dunque l’impresa deve comprendere i problemi dei suoi fornitori,cercando di adeguarli alle proprie esigenze e creare stabili relazioni di lavoro con essi. Infine la capacità di generare profitti dall’attività di creazione del valore dipende dall’intensità della concorrenza fra le imprese che competono per le stesse opportunità di creazione del valore. L’impresa deve pertanto comprendere il gioco competitivo. Il nucleo centrale dell’ambiente di riferimento dell’impresa è quindi formato dalle sue relazioni con i clienti, i fornitori e i concorrenti. Questo è l’ambiente settoriale dell’impresa. Come anticipato precedentemente, il punto di partenza per l’analisi di un settore è dato dalla comprensione di quei fattori che determinano il livello di redditività in tale settore.

Anteprima della Tesi di Massimo Costa

Anteprima della tesi: I modelli competitivi del settore automobilistico, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Massimo Costa Contatta »

Composta da 128 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11452 click dal 29/04/2005.

 

Consultata integralmente 45 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.