Skip to content

Metodi di simulazione per la ricostruzione degli incidenti stradali

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
misure non sono tuttavia esenti da incertezze essendo rilevate, nella maggior parte dei casi, subito dopo il verificarsi dell’incidente in condizioni ambientali molte volte avverse. E’, peraltro, sconsigliabile fare affidamento su eventuali testimonianze data la scarsa attendibilità di testimoni o protagonisti del sinistro: quando non volutamente inesatte e fuorvianti a causa degli interessi economici in gioco, tali dichiarazioni sono rilasciate da persone emotivamente colpite o non in possesso della sufficiente cultura tecnica per quantificare le indicazioni in questione. Partendo da queste premesse, il lavoro del tecnico ricostruttore si presenta, quindi, di difficile soluzione. Ciò che si richiede alla perizia tecnica non è, tuttavia, la quantificazione esatta delle grandezze fisiche (tipicamente la velocità) atte a valutare eventuali responsabilità. Per giudicare il comportamento tenuto da un automobilista, infatti, è sufficiente stabilire se la condotta di marcia sia stata tale da comportare un mancato rispetto delle norme sulla circolazione. A tal fine, nella maggior parte dei casi, è sufficiente una stima delle grandezze in gioco e non un’esatta determinazione. L’ingegnere incaricato dello studio del sinistro ha così più ampi margini di movimento nell’applicare modelli che, per essere formulati, devono necessariamente basarsi su determinate semplificazioni ed approssimazioni. La base teorica degli studi condotti nel campo dell’infortunistica stradale è il modello impulsivo basato sul principio della conservazione della quantità di moto. L’urto fra due veicoli può, in sede di prima approssimazione, essere considerato, infatti, come un fenomeno che si manifesta istantaneamente. L’interazione fra i mezzi interessati alla collisione avviene in un intervallo di tempo estremamente ridotto (ordinariamente 0,1 s) durante il quale le forze scambiate sono molto maggiori di quelle esercitate esternamente al contesto dell’incidente. Queste valutazioni permettono di poter considerare l’insieme dei veicoli coinvolti nell’impatto come un sistema isolato. La rilevante approssimazione insita nel modello impulsivo consiste nel trascurare lo scambio di energia che avviene durante la fase dell’urto e che si traduce in una deformazione reciproca. Considerando i veicoli come corpi rigidi, il metodo impulsivo sarebbe esente da approssimazioni se, per assurdo, i mezzi che vengono a contatto fossero infinitamente rigidi e già deformati. L’uso delle tecnologie informatiche ha consentito l’applicazione delle conoscenze teoriche ai casi reali sfruttando la velocità dei moderni calcolatori. Il loro impiego riguarda non solo la determinazione di risultati numerici derivanti dal modello fisico-matematico adottato, ma investe ormai ogni fase della procedura ricostruttiva di un incidente stradale. La fase di calcolo è, infatti, preceduta dall’acquisizione delle informazioni e seguita dalla rappresentazione visiva dei risultati ottenuti. Sono, pertanto, stati sviluppati softwares atti ad agevolare ogni fase dell’attività peritale che, ordinariamente, si articola secondo i seguenti punti:
Anteprima della tesi: Metodi di simulazione per la ricostruzione degli incidenti stradali, Pagina 6

Preview dalla tesi:

Metodi di simulazione per la ricostruzione degli incidenti stradali

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Antonio Gargasole
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2004-05
  Università: Politecnico di Bari
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria Meccanica
  Relatore: Prof. Ing. Luigi Mangialardi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 178

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

dinamica
incidente
incidenti
infortunistica
modello
ricostruzione
stradale
stradali
urto
veicoli

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi