Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il diritto d'autore in Internet

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Il diritto d’autore Capitolo I 23 modo l’opera deve essere tutelata. Quindi, ci sono tante discipline quanti sono i Paesi in cui l’opera viene divulgata. Per gli Stati si è posta da tempo l’esigenza di limitare l’applicazione del principio di territorialità e di determinare una disciplina accettata a livello internazionale, idonea a garantire agli autori un minimo di tutela in ognuno dei Paesi aderenti all’accordo. La protezione internazionale del diritto d’autore trova la propria fonte principale nei trattati internazionali, tra i quali il più importante è la Convenzione di Berna per la protezione del diritto d’autore sulle opere letterarie e artistiche, firmato il 9 settembre del 1886, e successivamente riveduta con l'Atto di Parigi del 1971. L’oggetto di tutela (l’ambito oggettivo di applicazione) ai sensi della convenzione sono le opere letterarie e artistiche, categoria nella quale sono comprese le opere indicate nell’art. 2 della Convenzione. L’ambito soggettivo di applicazione della Convenzione è individuato facendo ricorso ai criteri di collegamento in essa enunciati ed elencati nell’art. 3 par. 1 e 2: la nazionalità dell’autore (che deve essere quella di uno degli Stati membri), il luogo di prima pubblicazione dell’opera (qualora gli autori non appartengono a uno Stato contraente, ma la prima pubblicazione è avvenuta in uno Stato contraente) e il luogo di residenza (la residenza abituale deve essere in uno Stato contraente affinché egli sia equiparato all’autore appartenente a quel Paese). principio. La stessa menzione della tutela del diritto d’autore fra i principi fondamentali della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo sottolinea come un’opera, una volta divulgata, tende ad una diffusione non confinabile, a circolare, cioè, senza tener conto dei limiti geografici per confluire in quel vasto contenitore che è il patrimonio culturale dell’umanità. Internet è in grado di rimettere in discussione dalle fondamenta il principio di territorialità. Il Web è un’ampia rete informatica attraverso la quale tutti i computer del mondo possono connettersi e comunicare fra loro utilizzando prevalentemente le linee telefoniche. E’, quindi, un mezzo di comunicazione decentralizzato, o per meglio dire diffuso, che istituisce correlazioni tra soggetti al di là delle frontiere nazionali. Ciò comporta un’enorme difficoltà nel riuscire a circoscrivere i rapporti tramite esso generati nell’ambito delle regole giuridiche codificate secondo il principio della sovranità nazionale. Queste ultime sono elaborate in relazione ad uno spazio fisico e territoriale di applicazione, per cui sicuramente si adattano male ad atti e comportamenti che possono essere commessi in uno spazio cosiddetto virtuale.

Anteprima della Tesi di Stefano Chiantera

Anteprima della tesi: Il diritto d'autore in Internet, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Stefano Chiantera Contatta »

Composta da 274 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 13269 click dal 02/05/2005.

 

Consultata integralmente 67 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.