Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi e confronto dei software di simulazione di Reti di Petri

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Christian Carafa A.A. 2003/2004 7 Se da una parte la semplicità di comprensione e di uso delle reti di Petri ha determinato negli anni un interesse sempre maggiore nei loro riguardi, dall’altra la difficoltà e la complessità nell’assemblare il modello di un processo reale di dimensioni significative, come ad esempio una catena di montaggio con relativi robot che assemblano parti prelevate da AGV, rendono spesso difficile la modellistica, la connessione e non ultima la comprensione del sistema globale. Infatti se un modulo, ovvero una sottorete, risulta composta da qualche posto e da qualche transizione, non è raro che l’intero sistema sia composto da alcune decine tra posti e transizioni con una conseguente perdita di leggibilità e distinzione funzionale all’interno dello schema di assemblaggio nonché di difficoltà nella validazione del modello. Fortunatamente, in questi ultimi anni, in aiuto ai progettisti sono nati diversi software di ausilio i quali permettono di disegnare, testare nonché simulare il modello del sistema da loro realizzato. Il panorama software è oggi ampio ma non unificato; infatti i software di simulazione si differenziano per le loro funzionalità, ma nessuno di questi si può dire completo per quanto riguarda lo studio e l’analisi dei modelli con reti di Petri. Lo scopo di questa tesi è dunque proprio quello di determinare quali sono i requisiti che un software di simulazione deve avere per poter affrontare lo studio e l’analisi delle reti di Petri. Una volta determinati tali requisiti si è passati alla valutazione di alcuni software, stilando delle schede tecniche per ognuno di essi così da fornire una panoramica sulle potenzialità di tali simulatori. Per raggiungere tale obiettivo, viene descritto dapprima il modello di rete di Petri più semplice, detto rete posto/transizione (o rete P/T), che non consente di rappresentare la temporizzazione degli eventi ma solo l'ordine con cui essi si verificano. In seguito verranno introdotte anche le reti di Petri temporizzate, deterministiche o stocastiche. Successivamente affronteremo il problema della simulazione dei sistemi ad eventi discreti definendo la procedura da seguire per realizzare un software di simulazione. Infine, sulla base di queste informazioni verranno elencati i requisiti che un software di simulazione di reti di Petri deve avere e verranno riportati i risultati sulla valutazione di alcuni software. In conclusione verranno introdotti i metodi diretti di progettazione con le reti di Petri ed un esempio pratico di progettazione di un sistema di assemblaggio.

Anteprima della Tesi di Christian Carafa

Anteprima della tesi: Analisi e confronto dei software di simulazione di Reti di Petri, Pagina 3

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Christian Carafa Contatta »

Composta da 131 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2778 click dal 03/05/2005.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.