Moda tra immagine ed identità

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 «La sintesi visiva, la corporate identity, assume il ruolo di elemento unificante per l’azienda di riferimento che contrassegna i percorsi comunicativi sia interni che esterni al gruppo in questione. L’immagine viene in questa direzione a caratterizzarsi come identità che traccia il profilo dell’azienda nel suo spessore storico, nella sua capacità di rendersi attuale e quindi di rinnovarsi e nella sua individualità di marca e di prodotto, a partire dalla consapevolezza che i membri dell’azienda hanno della propria appartenenza» 3 . In questa prospettiva, corporate image (immagine coordinata), brand image (immagine di marca) e product image (immagine di prodotto), confluiscono in un sistema di identificazione visiva in cui ogni momento ed ogni elemento comunicativo sono “marcati” in modo univoco e personalizzato. La rappresentazione visiva di un gruppo ed il coordinamento della sua immagine mirano a costruire un sistema di comunicazione fondato su elementi interrelati, ciascuno dei quali è in rapporto ed in funzione con gli altri. Nella corporate identity non si riflette solamente un settore dell’attività aziendale, ma tutto il complesso dell’azienda, che si pone come fatto culturale e comunicativo. Alla costruzione ed alla realizzazione della propria immagine concorrono la filosofia aziendale, una consolidata politica di marketing a medio termine, lo stile di sale promotion, merchandising e advertising, l’organizzazione e strutturazione dei vari servizi e l’identità di prodotto o servizio offerto. L’immagine raccoglie ogni comunicazione proveniente dall’interno della stessa struttura organizzativa dell’azienda e destinata a circolare internamente (identity), così come ogni comunicazione che dall’interno è proiettata verso l’esterno (image), destinata quindi a un fruitore e a uno spazio che stanno al di fuori. «Ecco allora che identity ed image richiedono contemporaneità di formulazioni, progettazioni, previsioni e strutturazioni operative, in una prospettiva sociale di ricezione comunicativa dalla quale emergano la realtà dell’azienda e le sue possibilità di sviluppo legate ad un divenire sociale». 4 L’immagine coordinata deve possedere la caratteristica peculiare di convogliare, esprimere e rappresentare il fluire di tutte le comunicazioni provenienti dall’azienda in modo tale che l’utente, trovandosi di volta in volta di fronte ad un elemento dell’immagine, possa ricostruire quest’ultima nella sua globalità. L’immagine, che si tratti di quella di una impresa, di una persona, di una regione, di una località turistica, di una rivista, di un progetto culturale o di qualsivoglia d’altro, è generata, 3 Tratto da: Appiano A.; L’immagine coordinata, all’interno di Strategie d’immagine, a cura di Ferraro Guido; Centro scientifico editore; Torino; 1992 4 ibidem

Anteprima della Tesi di Raffaella Biroli

Anteprima della tesi: Moda tra immagine ed identità, Pagina 8

Laurea liv.I

Facoltà: Architettura

Autore: Raffaella Biroli Contatta »

Composta da 152 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 21932 click dal 11/05/2005.

 

Consultata integralmente 29 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.