Skip to content

Etude sur Callot dans sa présence au Musée Lorrain de Nancy

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
8armes, même grâce à la naissance du nouvel art de l'escrime, s'abandonnèrent souvent à des duels qui tuèrent plus de huit mille personnes en France entre 1600 et 1608. De l'autre côté, il faut bien considérer la version "littéraire" de cette euphorie guerrière: les «recueils d'anecdotes et de morceaux choisis d'histoire» 2 contribuèrent à créer un genre notamment repris, parmi les autres, même par Callot. Comme on vient de voir, l'œuvre du graveur lorrain se construit dans une période très troublée. Elle incorpore en même temps les aspects sûr de la guerre en cours et les derniers fastes des cours italiennes et du Duché de Lorraine. Au fait, après l'apprentissage à Nancy, sa ville natale, Callot se rendit à Rome (1608-1611), donc à Florence (1612-1621) et puis il rentra à Nancy jusqu'à sa mort, survenue le 24 mars 1635, le graveur âgé de 42 ans. Les expériences italiennes (mais notamment celle à Florence) permettent au jeune Callot d'apprendre l'art des maîtres orfèvriers italiens et de l'appliquer à la gravure. «Nous avons montré […] comment Callot, formé au burin par un orfèvre de Nancy et à Rome par Thomassin, apprit à Rome et à Florence, auprès de Tempesta et de Cantagallina, à graver à l'eau-forte. Dans cette technique il introduisit, autour de 1617, plusieurs innovations capitales. […] Ces innovations sont de trois sortes: un matériau, un outil, une méthode. Le «vernis dur» des ébénistes de Florence remplace le «vernis mol» traditionnel des aquafortistes; «l'échoppe couchée» vient compléter la pointe; la «taille simple» ou taille unique, parallèle et non croisée, modèle des formes avec simplicité» 3 . Mais l'expérience italienne sera pour Callot aussi l'étape capitale de sa formation esthétique: «c'est le théâtre qui a suggéré à Callot ces dispositions en profondeur par plans successifs, comme les coulisses d'un décor, et ce jeu de proportions» 4 . Malheureusement, ce qui résistait aux armes tombait sous la faux de la peste. La diffusion de la peste commença par frapper l'Italie: «Une vague 2 Ivi,p.53. 3 Daniel TERNOIS, «Les deux langages de Jacques Callot», in Jaques Callot, 1592-1635: Musée Historique lorrain, Nancy, 13 juin-14 septembre 1992 – Paris, Réunion des Musées nationaux, 1992, p.33-48, p.35. 4 Ivi,p.36.
Anteprima della tesi: Etude sur Callot dans sa présence au Musée Lorrain de Nancy, Pagina 2

Preview dalla tesi:

Etude sur Callot dans sa présence au Musée Lorrain de Nancy

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Michele Simeoni
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: Università degli Studi di Padova
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lingue e Letterature Straniere
  Relatore: Anna Bettoni
  Lingua: Francese
  Num. pagine: 105

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

arte
callot
florence
graveur
guide
incisore
museo
nancy
rome
sadoul

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi