Skip to content

La novela picaresca spagnola e la narrativa ispanoamericana

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
13 D’altro canto, bisogna considerare che la visione di Rico riguardo alla storia della narrativa picaresca è decisamente negativa; a suo giudizio, ai due testi fondanti, innovatori, ha fatto seguito, in quella che chiama «la tragicomedia de la novela picaresca», la riduzione a mera formula letteraria, ormai poco interessante e non più feconda 17 ; ma qui è proprio il modo di questa trasformazione in un genere che ci interessa, in quanto possibile punto di riferimento globale per gli scrittori delle epoche successive, accanto alle sollecitazioni rappresentate dalle singole opere. Ed è per lo stesso motivo che rinuncio a un esame dettagliato di ulteriori irrigidimenti della critica, che secondo Daniel Eisenberg sarebbe concorde esclusivamente nel qualificare novela picaresca la prima parte del Guzmán de Alfarache 18 . La coscienza coeva Dell’esistenza di un insieme di opere denominabile novela picaresca non si trova traccia nella precettistica del Secolo d’oro, né risulta che nessun autore abbia scritto niente di simile a un’arte nuevo che desse consigli, sia pure empirici, per la composizione di un romanzo o racconto di questo tipo. Gli stessi vocabolari dell’epoca, che danno spazio ad altri generi, come i libros de caballerías, ne tacciono 19 . Tuttavia, all’inizio del XVII secolo gli autori e i lettori erano già in grado di situare una storia che trattasse di un pícaro o personaggio simile nella scia tracciata dal Lazarillo e dal Guzmán. Secondo Florencio Sevilla Arroyo 20 , che elabora precedenti apporti critici, l’uscita del Guzmán in un’epoca che vedeva già sistematizzate all’interno della forma di novela le nuove formule (pastorale, morisca, bizantina) accanto alle più antiche (sentimentale e cavalleresca), aveva immediatamente fatto ripubblicare e assumere come precedente il Lazarillo de Tormes, proprio perché esso era rimasto un caso isolato, con la sua anonima continuazione del 1555, non riconducibile ad alcun filone. L’accostamento avrebbe unito tra loro due diverse concezioni, che avrebbero dato origine, pur nella libertà assoluta di variare qualsiasi elemento, a due diversi rami, a seconda del modello prevalente: anecdótico, derivato dal Lazarillo (Buscón, Segundo Lazarillo, Gregorio Guadaña, Estebanillo González, ecc.) e sermonístico, ripreso dal Guzmán (Pícara Justina, Marcos de Obregón, Alonso mozo de muchos amos, ecc.). Sevilla Arroyo considera picaresca, in questo quadro, ogni opera che si rifà all’uno o all’altro modello, con la libertà di variarne gli ingredienti, e come conseguenza di ciò disegna il corpus come indicato nel prossimo paragrafo. 17 F. Rico, La novela picaresca y el punto de vista, Barcellona, Seix Barral, 1970 e successive riedizioni; cfr. le pp. 129-141 dell’edizione 1989 corretta e aumentata. 18 D. Eisenberg, «Does the Picaresque Novel exist?», cit., p. 208; l’esclusione della II parte del Guzmán è attribuita a Rico («Por sólo la segunda etapa de su carrera [part II of the Guzmán] pienso que nadie lo hubiera llamado pícaro», cita Eisenberg in nota), ma la frase contenuta in La novela picaresca, cit., p. 105, è decontestualizzata; Rico era partito dalla considerazione che Alemán, pur avendo chiamato pícaro il suo personaggio nella prima parte, aveva evitato invece il termine nella seconda; ma poi continua la frase dicendo «pero aún merecía el marbete – pese al mismo Alemán – por continuar parcialmente la picardía de antaño, aunque cada vez más desleída en otras facetas; por seguir siendo el personaje a quien el público había tratado de “Pícaro” por antonomasia (y por sinécdoque, pars pro toto)». Tutt’altro, dunque, che un’esclusione. 19 Covarrubias (1611) non riporta l’aggettivo “picaresco”, mentre Autoridades lo riporta come derivato da pícaro, ma non lo riferisce a un genere letterario. 20 F. Sevilla Arroyo, «Presentación», in Id. (ed.), La novela picaresca española, Madrid, Castalia, 2001, pp. I-LIII.
Anteprima della tesi: La novela picaresca spagnola e la narrativa ispanoamericana, Pagina 10

Preview dalla tesi:

La novela picaresca spagnola e la narrativa ispanoamericana

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Barbara Fiorellino
  Tipo: Tesi di Dottorato
Dottorato in filologia romanza
Anno: 2005
Docente/Relatore: Norbert Von Prellwitz
Istituito da: Università degli Studi di Roma La Sapienza
Dipartimento: studi romanzi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 162

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

carpentier
fernández de lizardi
guzmán
iniziazione
ispanoamericana
lazarillo
manuel rojas
narrativa
picaresca
sigüenza y góngora

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi