Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La nuova disciplina delle acque in bottiglia

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

CAPITOLO PRIMO L’acqua primo aspetto rilevante 25 riguarda il punto nel quale devono essere rispettati i valori parametrici, cioè i valori il cui superamento comporta un intervento da parte dell'autorità pubblica. La precedente normativa (DPR 236/1988) identificava tale punto con il contatore dell'utente: l'azienda distributrice era responsabile sia dei trattamenti, sia della rete distributiva, ma non di quanto avveniva dal contatore al rubinetto dell'utente. Ora i valori di parametro (lo specifico riferimento è ai parametri microbiologici e chimici che figurano nell’allegato I (Tab. 4 - 5) del decreto legislativo 31/2001) devono essere rispettati nel punto, all'interno di locali o stabilimenti, in cui le acque fuoriescono dai rubinetti, di norma utilizzati per il consumo umano (art.5comma1). Il D.Lgs.27/2002 ha modificato 26 questa previsione, disponendo che la conformità debba essere assicurata “nel punto di consegna, ovvero, ove sconsigliabile per difficoltà tecniche o pericolo di inquinamento del campione, in un punto prossimo della rete di distribuzione rappresentativo e nel punto in cui queste fuoriescono dai rubinetti utilizzati per il consumo umano”. In altre parole, sono previsti due punti di rispetto e dunque, di controllo: 1) al contatore (o subito a monte dello stesso); 2) al rubinetto. 25 V. Riganti, Le acque destinate al consumo umano, “Il punto di rispetto dei valori parametrici”, dal sito: www.arpalombardia.it/download/atti_convegni/7cd_pt0.asp 26 Il D.Lgs. 27/2002 modifica altri punti dell’art.5 del D. Lgs. 31/2001, più precisamente i valori di parametro devono essere rispettati nei seguenti punti: a)per le acque fornite attraverso la rete di distribuzione, nel punto di consegna ovvero, ove sconsigliabile per difficoltà tecniche o pericolo di inquinamento del campione, in un punto prossimo della rete di distribuzione rappresentativo e nel punto in cui queste fuoriescono dai rubinetti utilizzati per il consumo umano; b)per le acque fornite da una cisterna, nel punto in cui fuoriescono dalla cisterna; c)per le acque confezionate in bottiglie o contenitori, rese disponibili per il consumo umano, nel punto in cui sono imbottigliate o introdotte nei contenitori e nelle confezioni in fase di commercializzazione o comunque di messa a disposizione per il consumo; d)per le acque utilizzate nelle imprese alimentari, nel punto in cui sono utilizzate nell’impresa. 13

Anteprima della Tesi di Gianluca Romano

Anteprima della tesi: La nuova disciplina delle acque in bottiglia, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Gianluca Romano Contatta »

Composta da 233 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4504 click dal 17/06/2005.

 

Consultata integralmente 15 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.