Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La gestione economica delle aree marine protette di Ustica e Capo Gallo-Isola delle Femmine

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 Primo, la creazione o l'esistenza delle aree protette crea conflitti con le comunità locali. Quando un'area viene protetta la gente che vive al suo interno o nei pressi deve generalmente ridurre l'uso delle risorse. Inoltre, mentre la società allargata raccoglie i benefici delle aree protette, le comunità locali ne sopportano i costi. Nei casi estremi nascono conflitti tra cacciatori, raccoglitori, boscaioli, minatori, pescatori o operatori turistici, staff tecnico amministrativi delle aree protette e sostenitori dell'ambiente. Secondo, le aree protette sono istituzioni spesso instabili perché le agenzie che le amministrano sono vulnerabili al cambiamento delle politiche e al taglio dei finanziamenti. La battaglia per la conservazione è perpetua, mentre la lotta per la gestione si deve vincere ogni volta. Gli interessi minerari, forestali o della pesca fanno lobby per "aprire" le aree protette; i dipartimenti dei trasporti vogliono fare strade che attraversano la terra "libera" delle aree protette; i dipartimenti del turismo battono la grancassa per avere più visitatori di quanti l'area protetta ne possa sopportare; le politiche di sviluppo industriale stimolano occupazioni

Anteprima della Tesi di Igor Leonardis

Anteprima della tesi: La gestione economica delle aree marine protette di Ustica e Capo Gallo-Isola delle Femmine, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Igor Leonardis Contatta »

Composta da 168 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1721 click dal 08/07/2005.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.