Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La convenzione europea e il progetto di governance economica

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 CAPITOLO I LA CONVENZIONE EUROPEA 1.1 Il trattato di Nizza e la Dichiarazione di Laeken sul futuro dell’Unione Europea. Dieci Paesi hanno firmato i Trattati di adesione all’Unione Europea nell’ambito del Consiglio Europeo informale tenutosi ad Atene il 16 e 17 aprile 2003. La Repubblica Ceca, la Repubblica di Estonia, la Repubblica di Cipro, la Repubblica di Lettonia, la Repubblica di Lituania, la Repubblica di Ungheria, la Repubblica di Malta, la Repubblica di Polonia, la Repubblica di Slovenia e la Repubblica Slovacca, entreranno ufficialmente a far parte della futura “Europa dei venticinque”, il 1° maggio 2004 5 . Altri due Stati, Romania e Bulgaria, stanno ancora negoziando l’adesione all’Unione Europea, in virtù dell’art. 49 del Trattato di Maastricht, che offre agli Stati europei la possibilità di diventare membri dell’Unione 6 . L’obiettivo è quello, quindi, di un Europa a ventisette Stati membri, e forse a ventotto, nonostante il caso ancora controverso 5 In base all’art. 2, par. 2, del Trattato di adesione, “A condizione che tutti gli strumenti di ratifica siano stati depositati entro tale data”. 6 L’art. 49 così recita: “Ogni Stato europeo […], può domandare di diventare membro dell’Unione. Esso trasmette la sua domanda al Consiglio, che si pronuncia all’unanimità, previa consultazione della Commissione e previo parere conforme del Parlamento europeo, che si pronuncia a maggioranza assoluta dei membri che lo compongono. Le condizioni per l’ammissione e gli adattamenti dei trattati su cui è fondata l’Unione, da essa determinati, formano l’oggetto di un accordo tra gli Stati membri e lo Stato richiedente. Tale accordo è sottoposto a ratifica da tutti gli Stati contraenti conformemente alle loro rispettive norme costituzionali”.

Anteprima della Tesi di Iolanda Crespina

Anteprima della tesi: La convenzione europea e il progetto di governance economica, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Iolanda Crespina Contatta »

Composta da 175 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1137 click dal 09/11/2005.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.