Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Comunicazione attraverso il colore

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

14 tende a limitare il ruolo attivo degli spettatori nella ricezione e conferisce al messaggio televisivo una forte carica persuasiva. Quando si usa il medium tv, così come quando si progetta un prodotto che verrà utilizzato da tale medium, si deve essere in grado di concentrarsi non semplicemente sugli aspetti tecnici relativi alla produzione di quel prodotto, ma su ciò che la presenza di quel prodotto provocherà sui suoi utenti, sull’area sociale in cui verrà usato e di come le caratteristiche sociali, culturali di quell’area, a loro volta, ne condizioneranno l’uso. “Ecco perché, studiata con occhio antropologico la produzione pubblicitaria può diventare lo specchio di una nazione, o di un gruppo sociale (anzi, a essere più precisi, in primo luogo di un gruppo linguistico), nel senso che essa è parzialmente deformante, ma veicola correttamente le intenzioni comunicative e le traduce con il massimo di precisione oggi raggiungibile nei mezzi di comunicazione di massa.” 79 Ad ogni epoca corrisponde un mutamento nella vita sociale e con esso due trasformazioni: da una parte l’impatto di una società differente sui suoi media, dall’altra una differente esposizione delle persone ai media. Sulla base di questi presupposti, i pubblicitari o coloro che “creeranno dietro le quinte” dovranno essere in grado di comprendere quale sia la natura del processo di comunicazione tra le persone e verificare come la presenza dei media interviene, mutando, secondo determinate caratteristiche, tale natura. La televisione propone al pubblico messaggi omogenei sempre meno attenti alle differenziazioni di gusto e sempre più inclini ad evitare livelli alti di argomentazione. Essa diventa il veicolo preferenziale della cosiddetta cultura di massa. La televisione e in generale tutti i mass media sono stati considerati da moltissimi intellettuali uno degli strumenti di controllo sociale più efficienti nelle mani della classi dirigenti per mantenere lo status quo e una delle principali cause di massificazioni culturali. Horkheimer e Adorno hanno parlato in proposito di una vera e propria “reificazione” delle reazioni più intime dell’uomo a confronto con il messaggio pubblicitario e con i media in generale. Questo processo può spingersi a livelli estremi: sotto la pressione incalzante 79 M. Ferraresi, “Pubblicità e comunicazione”, Carocci editore, Roma, 2002, pag. 23

Anteprima della Tesi di Margherita Crispino

Anteprima della tesi: Comunicazione attraverso il colore, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Margherita Crispino Contatta »

Composta da 172 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 17813 click dal 30/11/2005.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.