Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dinamiche tecnologico-organizzative, gestione per processi e professionalità innovative nell'azienda sanitaria

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

13 ξ i meccanismi operativi, cioè i processi e gli strumenti che facilitano le relazioni organizzative (fra questi rientrano i sistemi informativi) ξ lo stile di direzione (leadership), che esprime la tipologia di relazioni che si instaurano fra superiore e subordinato ξ la cultura organizzativa 2 , che secondo la definizione accreditata di Schein è l’insieme di valori, principi guida, interpretazioni e modi di pensare condiviso dai membri di un’organizzazione e trasmesso come corretto ai nuovi membri 3 . Per la predisposizione di un assetto organizzativo coerente alle necessità e agli obiettivi d’impresa occorre tener conto non solo delle suddette variabili organizzative, ma anche delle relazioni e delle interdipendenze che le legano. Struttura, meccanismi e cultura organizzativa sono infatti collegati da un rapporto di stretta interdipendenza, il che comporta l’attuazione di un processo continuo di mutuo aggiustamento, al fine di raggiungere un equilibrio complessivo. Questo significa che, nel caso dell’introduzione di un’innovazione, alla progettazione strutturale bisogna abbinare un allineamento dei sistemi operativi e un’attività di rafforzamento delle competenze individuali e della cultura aziendale nella direzione indicata dal cambiamento in atto 4 . È necessario, infatti, raggiungere adeguati livelli sia di congruenza e coerenza interna, per non trovarsi di fronte a disfunzioni organizzative e comportamenti arbitrari, sia di coerenza e congruenza con l’ambiente di riferimento e le finalità istituzionali dell’azienda. L’assetto organizzativo si configura quindi come la risultante di un processo e di un insieme di azioni e interventi volti al raggiungimento dell’equilibrio fra variabili organizzative. 2 R. Daft, “Organizzazione aziendale”, Apogeo, Milano, 2001 3 La cultura organizzativa è un concetto composito, caratterizzato da molteplici aspetti, che riflette allo stesso tempo i comportamenti, le norme, i valori, la leadership e la filosofia aziendale. Un’unica definizione di cultura è pressoché impossibile: oltre a quella citata, « altre definizioni sono: ξ la cultura è un sistema di significati pubblicamente e collettivamente accettati, operante in un gruppo determinato (…) che serve a interpretare la situazione delle persone alle persone stesse (Pettigrew, 1968) ξ la cultura è l’insieme di due componenti principali: la sostanza, cioè i significati contenuti nelle sue ideologie, norme, valori; e le forme, cioè le pratiche grazie alle quali questi significati vengono espressi, affermati, comunicati ai membri ξ la cultura non è una risorsa, un avere da utilizzare per migliorare le prestazioni organizzative, quanto un modo di essere. Una condizione costitutiva con la quale fare i conti. (Smirchic, 1983) », in M. Bergamaschi, “L’organizzazione nelle aziende sanitarie”, McGraw Hill, Milano, 2000 4 M. Bergamaschi, “L’organizzazione nelle aziende sanitarie”, op. cit. , pag. 7

Anteprima della Tesi di Roberta Luzi

Anteprima della tesi: Dinamiche tecnologico-organizzative, gestione per processi e professionalità innovative nell'azienda sanitaria, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Roberta Luzi Contatta »

Composta da 231 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9704 click dal 15/12/2005.

 

Consultata integralmente 42 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.