Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'Italia tra liberalismo e fascismo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 relazione alle esigenze del fascismo e alla realtà sociale italiana. A La difesa della razza, seguirono un paio di articoli sul “Corriere Padano” in cui Quilici volle mettere in rilievo i motivi politici dei provvedimenti del Gran Consiglio Fascista sulla questione razziale. Nel 1939 Quilici affiancò alle tematiche storiche e politiche quelle artistiche: uscirono in quell’anno il volume Mito di Ferrara, dedicato agli affreschi di Achille Funi, e l’opera Prospettive ideali e storiche della guerra. Il suo ultimo lavoro risale al 1940: Itinerario della Libia classica, uno studio sulle bellezze archeologiche della Tripolitania, che Quilici visitò ininterrottamente dal 1933, per il suo lavoro di giornalista, e di collaboratore del governatore della Libia, Italo Balbo. Nel corso dei quindici anni passati alla direzione del “Corriere Padano” Nello Quilici dimostrò di essere un giornalista incisivo: quasi quotidianamente, il giornale ferrarese ospitò i suoi fondi talvolta di piena adesione al regime, altre volte più critici verso i provvedimenti di natura economica e politica. Più di una volta (di certo nel 1934 e nel 1939) il giornale fu sequestrato, e ricevette moniti, “diplomatici” ma anche minacciosi, dalle autorità di Roma. E’ sufficiente ricordare la polemica sull’ebraismo, nel 1934, fra il giornale di Quilici e il “Tevere”, diretto dall’estremista Telesio Interlandi che accusò il direttore del “Corriere Padano” di essere filosemita e, ancora, l’attacco pesantissimo di Quilici, nel 1939, alla politica filotedesca del regime di Mussolini.

Anteprima della Tesi di Orazio Spoto

Anteprima della tesi: L'Italia tra liberalismo e fascismo, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Orazio Spoto Contatta »

Composta da 200 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2972 click dal 18/01/2006.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.