Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Un'esperienza radiofonica: un radiodramma per UNIRai

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 Capitolo 1 Introduzione storica 1.1 La nascita della radio Nel 1895 Guglielmo Marconi riuscì ad usufruire della scoperta del fisico tedesco Hertz, le onde elettromagnetiche, per trasmettere un segnale a distanza senza l'uso di fili di collegamento, da un punto ad un altro della sua tenuta di Pontecchio, dove erano posizionati un apparecchio trasmittente ed uno ricevente. I primi passi della radiofonia in Italia giunsero poi in ritardo rispetto agli effettivi progressi tecnologici del settore e, soprattutto nei primi anni, si mossero lentamente, dimostrando il profondo divario esistente tra l'Italia e i paesi tecnologicamente più progrediti, come gli Stati Uniti e la Gran Bretagna. Uno dei problemi principali fu la mancanza di chiarezza legislativa da parte dei politici del tempo, oltre all'arretratezza tecnologica, motivi per cui la nuova invenzione venne circoscritta al solo utilizzo in campo militare e nella ricerca scientifica. Inoltre i primi programmi erano, se così si può dire, una semplice trasposizione in forma audio di ciò che altri mezzi avevano già diffuso in precedenza, ovvero le notizie dei quotidiani, i concerti di musica classica, le conferenze, il teatro, non avendo ancora ben chiare le funzioni e le possibilità espressive proprie del mezzo. Perciò si dovette attendere un po' prima che si potessero vedere dei risultati degni di nota. In ambito legislativo solo nel 1920 si ebbe una prima chiarificazione: la legge del 30 giugno n. 395 stabilì il principio dell'interesse e del controllo pubblico in materia di radiofonia, oltre al diritto del governo di

Anteprima della Tesi di Elena Benetti

Anteprima della tesi: Un'esperienza radiofonica: un radiodramma per UNIRai, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Elena Benetti Contatta »

Composta da 265 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2670 click dal 15/03/2006.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.