Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'integrazione del bambino "abbandonato"

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 d’obbligo nell’iter preadottivo, andarono in Bolivia a “prendere” la loro bimba. Quando M. giunse in Italia aveva circa due anni. Questa bimbetta era diventata il tesoro più prezioso per i miei zii, i quali fecero di tutto per colmare la lacuna affettiva ed economica che portava con sé. Col passare degli anni, però, la loro eccessiva permissività ha dato i suoi frutti, e così anche in seguito M., abbastanza grande per venire a conoscenza della sua storia, pretendeva che tutto le fosse dovuto, a qualunque costo, minacciando continuamente di scappare di casa e tornare dai suoi veri genitori. Nella mia famiglia M. non è l’unico membro “acquisito”, da qualche anno si è unito anche A., figlio di altri miei zii, anche loro impossibilitati per natura ad avere un figlio biologicamente loro. Quando A. è diventato membro della famiglia, circa sei anni fa, aveva sette anni. Era un bellissimo bambini dagli occhi azzurri e con i capelli biondi, paradossalmente molto somigliante al suo nuovo papà quando questi aveva la sua stessa età. Essendo un po’ più grande rispetto alla mia prima esperienza, ho potuto osservare meglio le conseguenze, le relazioni, etc. della adozione. A. nella quotidianità era un bambino molto tranquillo, buono, obbediente, vivace, come del resto qualsiasi bambino della sua età, ma cambiava completamente nel momento in cui era molto felice o molto triste. Esprimeva la sua gioia urlando a squarciagola, correndo per tutta la casa, saltando, ridendo, e di contro manifestava la sua tristezza o la sua rabbia piangendo, gettandosi per terra, pestando i piedi, aggredendo …..

Anteprima della Tesi di Lorena Ferranti

Anteprima della tesi: L'integrazione del bambino "abbandonato", Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Lorena Ferranti Contatta »

Composta da 97 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8605 click dal 06/04/2006.

 

Consultata integralmente 18 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.