Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Misure di rumore sismico per lo studio delle amplificazioni di sito

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

CAPITOLO I _________________________________________________ Premessa 4 ξ i rapporti tra le componenti orizzontali R H (f) e verticali R V (f) in superficie e alla base dello strato sedimentario dipendono solo dall’ampiezza del moto dovuto alle sorgenti superficiali e alle sorgenti alla base, ed il rapporto spettrale tra queste due componenti R H (f) e R V (f) darà: Nakamura (1989) ha, però, trovato sperimentalmente che alla base dello strato superficiale, per tutte le frequenze, l’ampiezza della componente orizzontale è all’incirca la stessa di quella verticale, cioè pari ad 1, perciò si determina che la stima del fattore di amplificazione di sito R (f) è data dal rapporto spettrale: Questa tecnica è estremamente vantaggiosa, poiché consente la valutazione della risposta di sito senza uno spettro di riferimento, come invece, avviene per un’altra tecnica (SSR: Standard Spectral Ratios), in cui si utilizza un rapporto su spettri calcolati, su di una finestra temporale comune, tra il sito di riferimento su basamento roccioso ed i siti su terreni sedimentari. Le prove sperimentali dimostrano che, nel caso di una struttura geologica semplice, questo metodo dà buoni risultati nella valutazione della frequenza di risonanza dei sedimenti terrigeni, così come nel livello locale di amplificazione del sito (Lermo e Chavez-Garcia, 1994; Konno e Ohmachi, 1998). Tuttavia, alcuni autori convengono che, in generale, la frequenza di risonanza ottenuta dai rapporti di H/V è statisticamente simile a quella ottenuta dal rapporto spettrale con il metodo SSR, anche se il livello di amplificazione può essere differente (Bonilla et al., 1997; Castro et al., 2000). Per questo tipo di lavoro è stata prescelta la città di Bojano (CB), poichè in quest’area sussistono una serie di condizioni che la rendono di particolare interesse: ξ presenta un’attività tettonica rilevante, visto che è molto prossima alla zona sismogenetica dell’area matesina, ed è dunque, una città ad elevata pericolosità sismica (vedi fig. 1.2); ciò è dimostrato sia dai dati di

Anteprima della Tesi di Italo Giuseppe Di Giovanni

Anteprima della tesi: Misure di rumore sismico per lo studio delle amplificazioni di sito, Pagina 4

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Italo Giuseppe Di Giovanni Contatta »

Composta da 130 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2456 click dal 10/07/2006.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.