Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Spazi per la musica

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 Tavola 2 – Evoluzione storica degli spazi per la musica e degli stili musicali – Parte I Le origini La musica ha costituito una delle fondamentali manifestazioni del modo di essere dell'uomo primitivo, che al suono annetteva un complesso di significati magici, identificando in esso il tramite di un rapporto privilegiato con la realtà empirica e con i suoi misteriosi legami al mondo del sovrannaturale. Questa connotazione magica e religiosa del suono rappresenta una caratteristica pressoché costante dell'esperienza musicale sia nell'epoca preistorica, sia nelle prime grandi civiltà storiche: i Sumeri, gli Assiro-Babilonesi, gli Egiziani, gli Indiani, gli Ebrei hanno infatti attribuito alla musica un posto centrale nelle loro cosmogonie e hanno altresì conferito a essa rilievo affatto particolare nelle rispettive liturgie. Questa caratteristica è riconoscibile anche nelle culture dei popoli orientali e sudamericani e si trova inoltre nella visione del mondo degli attuali popoli a livello etnologico. Il carattere sacrale annesso all'espressione musicale non fu mai comunque preclusivo di una sua presenza in tutte le contingenze dell'esistenza, dalle più umili alle più solenni. A differenza di quanto avviene per altre arti, le testimonianze sulla musica sono per tutta l'antichità estremamente incomplete e frammentarie, perché le rappresentazioni iconografiche, i reperti archeologici di strumenti, le testimonianze letterarie, i rarissimi frammenti di musica notata costituiscono elementi indiretti di giudizio, da integrare con una massa imponente di informazioni che l'etnomusicologia studia secondo un rigido criterio comparativo.

Anteprima della Tesi di Pietro Romeo

Anteprima della tesi: Spazi per la musica, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Pietro Romeo Contatta »

Composta da 176 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5687 click dal 23/05/2006.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.