Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La tassazione dei gruppi di società secondo la disciplina italiana: il consolidato nazionale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 Mentre possiamo far rientrare questi ultimi nella previsione dell’art. 2359 cod. civ. in quanto rapporti di controllo, i gruppi in senso orizzontale - quali accordi tra società volti a creare una direzione unitaria sul piano finanziario e organizzativo a cui però non corrisponde una posizione di subordinazione di una società rispetto ad un’altra - sono oggetto di interventi normativi relativi a settori ben specifici. Così, per esempio, nel settore dell’editoria, ove l’attenzione della legge sull’editoria si occupa delle due tipologie di gruppo (sostanzialmente equiparandole) ai fini della limitazione delle concentrazioni editoriali, o in quello della materia bancaria, per cui il gruppo in senso orizzontale è equiparato al gruppo in senso verticale ai fini della redazione del bilancio consolidato. In entrambe le materie, quindi, quella bancaria e quella creditizia, i gruppi sono trattati in modo diverso a seconda del fine cui le specifiche norme fanno riferimento. Quanto detto, può servire a riportarci ancora al problema del “controllo” quale elemento essenziale del gruppo ma, soprattutto, quale elemento che,per la sua malleabilità nell’essere impiegato in diversi settori e per diversi fini, mal si presta a essere oggetto di rigide concettualizzazioni. Il successivo passo della nostra analisi è la considerazione di quell’ulteriore elemento che si ravvisa nella realtà dei rapporti relativi ai gruppi d’imprese e che consente di intravedere nell’aggregazione tra imprese un fenomeno suscettibile di considerazione unitaria: stiamo parlando della “direzione unitaria”. Tale concetto permette di considerare non solo i caratteri strutturali del gruppo a cui l’art. 2359 cod. civ. fa riferimento, ma permette di compiere un decisivo passo avanti verso l’analisi del gruppo da un punto di vista più funzionale. Essa è assunta, anche con riferimento a quanto presente nella legislazione tedesca e riportato all’inizio del capitolo, quale elemento caratterizzante e assorbente della figura del gruppo. 5 E’ la “direzione unitaria”, cui fanno riferimento le diverse società, la ragione della considerazione del gruppo come unità, a partire dalla prescrizione relativa alla redazione del bilancio consolidato, arrivando ai rapporti di responsabilità e agli obblighi della società capogruppo nei confronti delle società controllate, degli azionisti e dei creditori. 5 In tal senso, A. Giovannini, op. ult. cit., pag. 368.

Anteprima della Tesi di Sonia Morina Carrubba

Anteprima della tesi: La tassazione dei gruppi di società secondo la disciplina italiana: il consolidato nazionale, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Sonia Morina Carrubba Contatta »

Composta da 203 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5278 click dal 19/05/2006.

 

Consultata integralmente 51 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.